Arte

Agosti spiega il Rinascimento tra Cantone e Varese

Lo storico dell'arte Giovanni Agosti

Domani martedì 9 novembre, alle ore 18, presso la Sala Montanari a Varese (l’ex Rivoli), si terrà una conferenza di Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa, curatori della mostra in corso alla Pinacoteca Cantonate Giovanni Zust di Rancate (Mendrisio, in Canton Ticino) “Il Rinascimento nelle terre ticinesi, da Bramantino a Bernardino Luini”, che ha un suo piccolo pendant presso la Sala Veratti a Varese. Un’iniziativa realizzata dal Comune di Varese in collaborazione con la stessa Pinacoteca di Rancate.

Sarà un percorso attraverso la rilevante produzione artistica rinascimentale del Canton Ticino: un capitolo di grande importanza per l’arte lombarda e europea tra Quattrocento e Cinquecento. La mostra si snoda su due sedi: la Pinacoteca Zust di Rancate ospita opere di Bramantino, Bernardino Luini, Gaudenzio Ferrari e Giovanni Angelo Del Maino nonché sculture lignee, miniature, oreficerie, ricami, vetrate e arazzi; SalaVeratti a Varese presenta due tavole di Francesco De Tatti, il più importante pittore varesino del Rinascimento.

Giovanni Agosti è professore di Storia dell’arte moderna presso l’Università statale di Milano, oltre ad essere brillante autore di saggi su autori classici e contemporanei.

8 novembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi