Varese

Diego De Silva (e la suocera) alla Libreria del Corso

Lo scrittore Diego De Silva

Proseguendo in una consuetudine assai apprezzata dai varesini, la Libreria del Corso lancia una nuova proposta per avvicinare autori e lettori. Dopo il reading di una giornata dedicato alla poesia, dopo il recente incontro con il giovane giallista ticinese Fazioli, che ha visto un sold out di lettori e appassionati e, infine, dopo avere ospitato la presentazione dei finalisti del Premio Chiara, la bella libreria che si affaccia su Corso Matteotti propone un altro autore italiano molto amato dai lettori di romanzi.

Venerdì 12 novembre, alle ore 18.30, presso la Libreria del Corso, sarà presente lo scrittore napoletano Diego De Silva, che presenterà il suo ultimo lavoro, “Mia suocera beve”, pubblicato da Einaudi. Oltre all’autore sarà presente Cristina Faravelli. Un’occasione per il pubblico di incontrare lo scrittore e porgli domande.

De Silva Ha pubblicato da Einaudi i romanzi La donna di scorta (2001, finalista premio Montblanc), Certi bambini (2001, premio selezione Campiello, finalista premio Viareggio, premi Brancati-Zafferata, Fiesole, Bergamo), Voglio guardare (2002, premio Pisa), Da un’altra carne (2004, premio Melfi) e l’ultimo Non avevo capito niente (2007, Premio Napoli; finalista premio Recanati; finalista premio Strega 2008). Da Certi bambini è stato tratto nel 2004 il film omonimo diretto dai fratelli Frazzi, vincitore di numerosi premi nazionali e internazionali, fra cui l’Oscar europeo e due David di Donatello. Suoi racconti sono apparsi in svariate antologie, fra cui Disertori e Crimini (Einaudi Stile Libero 2000 e 2005), nel quale ultimo compare Il covo di Teresa, da cui, nel 2006, è stato tratto l’omonimo film tv interpretato da Lina Sastri per la regia di Stefano Sollima.

Con Antonio Pascale e Valeria Parrella ha scritto lo spettacolo teatrale Tre terzi, interpretato da Marina Confalone per la regia di Giuseppe Bertolucci. Scrive anche per il cinema, la tv e il teatro e collabora al quotidiano Il Mattino e al mensile Giudizio universale. I suoi libri sono tradotti in Inghilterra, Francia, Spagna, Germania, Olanda, Portogallo e Grecia.

6 novembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi