Viggiù

Annoni, vera rivelazione da Masters a Peppino Impastato

Stefano Annoni legge Spoon River

E’ stata la rivelazione del reading sull’Antologia di Spoon River proposto da Silvio Raffo al Cimitero Vecchio di Viggiù. Parliamo di Stefano Annoni, attore comasco di 27 anni, che ieri sera ha partecipato allo spettacolo dedicato a Lee Masters. Un attore che, nonostante la giovane età (e la forte rassomiglianza con Kim Rossi Stuart), mostra di possedere un’ampio ventaglio di toni e capacità interpretative. Attore dal 2005, diplomato alla Paolo Grassi di Milano, il reading di Spoon River è stato per lui un debutto, come anche nel caso della fascinosa Ilaria Salonna.

“Ho cercato di dare ai miei personaggi di Spoon River quella concretezza americana che mostrano di avere”, dice Annoni, che forse molti ricordano come la figura angelica che interveniva nella piéce teatrale dello stesso Raffo, “Pas de deux”. “Quella del Cimitero di Viggiù era l’atmosfera giusta per Lee Masters, un luogo così inglese”. Al suo attivo e nel suo presente, l’angelo comasco ha diversi impegni. A partire dal cortometraggio “Papà devo dirti una cosa” di Massimo Sbaraccani, per giungere alle “Notti bianche” da Dostoevskij che apriva la stagione di Teatro Libero (ma che è stato proposto al Teatro Litta di Milano) e finire alla fiction, tratta da Domenico Starnone, con la Litizzetto, “Fuori classe”, che andrà in onda su Rai 1.

Ma il lavoro al quale Annoni tiene di più è certamente un monologo dedicato al giornalista, ucciso dalla magfia, Peppino Impastato, un monologo costruito con materiali d’archivio e scritti del coraggioso reporter, che sarà in scena al Teatro Cooperativa di Milano a fine maggio 2011. “Sì, un monologo che mi vedrà protagonista, e che fa parte non del teatro di narrazione,  di cui diffido, ma del teatro civile”.

Un attore versatile e maturo, capace di variare dalla fiction divertente fino al teatro più impegnato. Anche lui lettore al reading, e poi capace di stare in compagnia, davanti ad una bella birra, fino a tarda ora, alla Taverna del Pompiere a Viggiù.

3 novembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi