Varese

Unità d’Italia, mostra Labus-Pullè a Casa Manzoni

L'Arco della Pace di Milano

Presentato ieri a Milano, presso Casa Manzoni, il ricco programma per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia ideato dalla varesina Fondazione Labus-Pullè dall’originale titolo “L’Esprit del Risorgimento”. Un cartellone di pubblicazioni ed eventi che punta a celebrare un evento che a Varese, al contrario, rischia di passare sotto silenzio perchè indigesto ai lumbard. Naturalmente resta da vedere come, su questo fronte, si mobiliterà (o no) il resto del cebtrodestra.

Si parte il 18 dicembre, presso la Sala Stoppani dell’Istituto Ciechi di Milano, dove sarà presentato il libretto riassuntivo e descrittivo del programma “L’Esprit del Risorgimento”, trascritto in nero braille, e che verrà donato a mani del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il 17 Marzo 2011. Il 24 febbraio 2011, presso la Sala Barozzi dell’Istituto Ciechi di Milano, concerto a tema eseguito dai Cameristi della Scala di Milano.

Il programma si sposta presso un luogo suggestivo come il Museo Manzoniano di Milano, dove dal 3 al 15 marzo sarà allestita la Mostra degli Almanacchi ed altri documenti inediti sul Risorgimento, tematiche che saranno approfondite nel corso del marzo 2011 cpon un convegno storico-scientifico di tre giorni alla quale confluiranno gli storici appartenmenti al Comitato Scientifico de “L’Esprit del Risorgimento”, oltre ad invitati esterni che interverranno in videoconferenza sui vari temi e si collegheranno da 14 università italiane.

Momento-clou del cartellone il 17 marzo, quando una commissione d’onore de “L’Esprit delRisorgimento” si recherà dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che riceverà a proprie mani il librettoriassuntivo e descrittivo del programma trascritto in nero-braille. Infine, in aprile, concerto di banda e fanfara presso l’Arco della Pace di Milano. L’evento offrirà l’occasione di riaprire le catene ferree intorno al monumento, avvenimento accaduto nel 1921 per solennizzare la vittoria finale di Vittorio Emanuele III, che chiudeva con l’Unità e l’Indipendenza d’Italia il secolare conflitto con l’Austria.

Gli eventi saranno intervallati da serate benefiche, ceneorganizzate con ricette tratte dagli almanacchi dell’epoca eincontri con gli studenti di scuole medie e superiori.

26 ottobre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi