Varese

Cantiere di Viale Milano, l’allarme del sindacato

Il cantiere che lavora a Varese in Viale Milano è un maxi-cantiere, che crea disagi e problemi a cittadini e commercianti della zona. Gli impegnativi lavori di rifacimento del cavalcaferrovia tra viale Milano e via Medaglie d’Oro da parte delle Ferrovie Nord, partiti nel luglio 2009, avrebbero dovuto terminare entro l’1 gennaio 2011, ma in realtà sembrano segnare il passo.

Un impasse confermato recentemente in un breve comunicato stampa delle Ferrovie Nord, ma su cui non si registrano spiegazioni da parte di Regione e Comune di Varese: gli assessori alla partita, Cattaneo per la Regione e Zagatto per il Comune mantengono un rigido no-comment.

Ma cosa sta accadendo davvero nel cantiere di Viale Milano, un appalto targato Ferrovie Nord da 5,4 milioni di euro? Il sindacato non nasconde la sua preoccupazione. Qualche ritardo nei pagamenti da parte della ditta appaltatrice, la Pivato di Treviso, grande ditta che opera in tutto il territorio nazionale, viene guardato con apprensione da parte del sindacato. Non solo: venerdì scorso, hanno rassegnato le dimissioni dal cantiere il capocantiere e il geometra. Vertice decapitato, dunque.

Una situazione complessiva che non impedirebbe al cantiere di proseguire i lavori, ma che ha portato il sindacato ad alzare la guardia negli ultimi giorni e nelle ultime ore. In ambienti sindacali, infatti, non si esclude che la complicata situazione possa precipitare rapidamente, anche con la possibilità della cassa integrazione per i lavoratori del cantiere.

25 ottobre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi