Economia

Assemblea Confesercenti, una lunga galleria di solisti

Il prestigioso parterre all'assemblea di Confesercenti

Ricordate un vecchio film di Fellini dal titolo “Prova d’orchestra”? Era la storia di un’orchestra che, divisa da rancori e personalismi, finiva per dividersi e rivelarsi solo un insieme di solisti incapaci di suonare insieme. Una pellicola di cui ci si poteva ricordare assistendo all’assemblea generale della Confesercenti di Varese dal titolo “Governance e territorio”, tenutasi ieri pomeriggio in quel Salone Estense che è lo spazio dove si riunisce il Consiglio comunale, davanti ad un parterre che vedeva la presenza di tutta la Varese che conta.

Bella idea, quella del sodalizio di via Mercantini, di fare sentire tanti solisti suonare il loro strumento, abbinati alle personalità che sono intervenute, per poi auspicare che soltanto insieme si vincono le sfide, sono necessari gioco di squadra, spirito di gruppo, non esibizioni da solisti. Tirando le fila, al termine delle interviste ai protagonisti, il direttore Gianni Lucchina, lo ha detto: istituzioni, associazioni, organizzazioni sindacali, università e banche, “solamente lavorando insieme potranno garantire una vera ed efficace prospettiva di sviluppo economico della nostra provincia”. E lo aveva rimarcato, all’inizio, anche il presidente Cesare Lorenzini. “Abbiamo in mente una grande orchestra che sappia mettere insieme tutti gli strumenti. Un passo indietro per qualche bravo solista, ma tre passi avanti per tutta l’orchestra”.

Se si guardava agli interventi dei protagonisti incalzanti con brillanti domande e spunti interessanti dai direttori Angeleri (La Prealpina), Inzaghi (Rete 55) e Giovannelli (Varesenews), si sono ascoltati tanti bravi solisti, ma ben pochi orchestrali. Rivelando essere solo un auspicio il fare squadra per cui tifava Confesercenti.

Tanti interventi distinti e distanti. Il sindaco di Varese Fontana ha illustrato il progetto del nuovo teatro. L’economista dell’Insubria Locatelli ha ricordato i problemi dell’università. L’assessore regionale Cattaneo ha magnificato le virtù della concertazione. Il direttore generale della Bcc Barni si è intrattenuto sui valori del territorio. Il senatore Pd Rossi ha esaminato i rapporti tra politica ed economia. L’economista Liuc Zucchetti ha tratteggiato le dinamiche della finanza. Il presidente della Camera di commercio Amoroso ha riaffermato la fiducia nel progetto dell’Albergo di Ville Ponti. Il sindaco di Saronno Corno si è lamentato dei tagli ai danni degli enti locali. Il presidente di Confartigianato Merletti ha richiamato l’importanza delle piccole e piccolissime imprese del territorio.  Il segretario generale Cgil Stasi ha smentito il concetto della Cgil come sindacato del no. Il presidente della Provincia Galli ha fatto l’elogio del carattere virtuoso dell’ente da lui presieduto.

Una lunga galleria di interventi e riflessioni che ha dato ragione a Confesercenti. Resta importante richiamare la necessità di fare squadra. Tanto più quando si vedono tanti solisti.

25 ottobre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi