Varese

Artigianato Artistico, Camera di commercio fa il tris

L'opera di Caccin premiata dalla giuria

E così la Camera di commercio di Varese ha fatto un tris. Dopo Agrivarese e la prima Borsa Immobiliare, ora anche la Mostra dell’Artigianato Artistico ha registrato un successo senza precedenti. La rassegna ha chiuso i battenti ieri con un bilancio lusinghiero. Ben un migliaio in più i visitatori rispetto a quelli della scorsa edizione: il bilancio parla infatti di quasi 6.000 persone che hanno affollato gli spazi espositivi del Centro Congressi “Ville Ponti” per ammirare il frutto dell’impegno degli 85 artigiani artisti presenti con le loro opere ispirate al tema “ingegno e creatività”.

Un forte interesse che ha premiato lo sforzo organizzativo della Camera di Commercio per dar vita a una rassegna coordinata dalla sua azienda speciale Promovarese con il supporto di Acai, Cna e Confartigianato Imprese Varese e con il patrocinio di Regione e Fai oltre al contributo di Provincia e Comune di Varese. E che il livello qualitativo della Mostra sia stato particolarmente elevato lo ha confermato anche la giuria che ha scelto di premiare quale miglior opera quella proposta dalla Metalca di Roberto Caccin intitolata “Ingegno e creatività del volo”. Con la sua interpretazione in ferro dei disegni di Leonardo da Vinci sul volo umano, l’artigiano artista di Somma Lombardo ha riscosso il consenso di una commissione presieduta da Ugo La Pietra, già docente alle facoltà di Architettura di Palermo, Torino, Venezia e Milano, vincitore del “Compasso d’Oro” e attualmente direttore della rivista “D’Artigianato” nonché presidente del Primo Osservatorio sulle Arti Applicate. Insieme a lui, sono stati chiamati a esprimere le loro valutazioni altri nomi illustri quali Francesco Murano, componente del dipartimento di Industrial Design del Politecnico di Milano, l’art director dell’Ente Mostre Monza e Brianza Gabriele Radice e Rolando Bellini, critico d’arte e direttore del Museo Arte Plastica di Castiglione Olona. La scelta dell’opera di Roberto Caccin è stata motivata dalla giuria: “Per la capacità di sviluppare in modo originale e dinamico il tema del volo con una particolare attenzione alle tecniche di lavorazione e finitura del ferro”.

Cinque opere hanno invece meritato il premio di una menzione speciale: sono quelle di Lorenzo Martinoli, della Falegnameria Paganoni, di Loris Ribolzi, di Riccardo Visentin e della Nuova Ceramica Industriale di Laveno Mombello. Altri 10 autori, insieme ai 6 premiati, avranno poi l’opportunità di far ammirare le loro opere nei prossimi due mesi da coloro che passeranno per le sale del Centro Congressi Ville Ponti: sono Ceramiche Tozzo, Armellini, Ceramiche Ibis, Giacomuzzo, Di Rico, Alloro Restauri, Arredamenti Saporiti, Gervasini, Arredamenti Riva e Foto 80.

24 ottobre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi