Varese

Università Insubria, sul ddl Gelmini dialogo in Rete

Prosegue la giusta protesta di professori e ricercatori contro il ddl Tremonti-Gelmini, ma ora cammina anche on line. In questa fase particolarmente critica del confronto politico sul progetto di riforma dell’universita’, i docenti universitari della Rete 29 Aprile  Uninsubria mettono a disposizione degli studenti e della cittadinanza un indirizzo di posta elettronica.

Tramite questo indirizzo è possibile ottenere informazioni e documentazione sui reali contenuti del disegno di legge di riforma; conoscere le iniziative di critica e le proposte alternative; richiedere informazioni e aggiornamenti sulle iniziative locali e sulle loro eventuali conseguenze per l’attivita’ didattica; in generale, ricevere notizie sullo stato dell’universita’ e della ricerca e dialogare “in diretta” con ricercatori, professori, “precari”, e con tutti coloro che nell’universita’ stanno in questi mesi esprimendo un forte dissenso nei confronti di una riforma da piu’ parti ritenuta deleteria per l’universita’ pubblica, formulando al contempo proposte migliorative e alternative.

L’indirizzo e-mail e’: r29ainsubria@googlegroups.com.

Le richieste dovranno pervenire con firma nominativa e recapito telefonico (che saranno mantenuti rigorosamente riservati) e riceveranno risposte complete del riferimento nominativo di chi le avra’ stilate. Il servizio e’ svolto unicamente su base volontaria e al di fuori delle attivita’ istituzionali di ricerca e insegnamento, di conseguenza le risposte potranno essere formulate non prima di alcuni giorni.

I promotori dell’iniziativa ritengono di importanza fondamentale promuovere e garantire un’informazione precisa, aggiornata e documentata e piu’ in generale una fattiva e concreta apertura del mondo dell’universita’ e della ricerca a studenti e cittadini, allo scopo di avviare anche in queste forme un dialogo per troppo tempo trascurato o affidato a canali di comunicazione talora necessariamente troppo sommari e unidirezionali.

21 ottobre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi