Varese

A scuola di legalità. Tra i banchi dell’Istituto Salesiano

Da sinistra, il capitano Mineo, Federiconi, D'Aula

Questa mattina i ragazzi all’Istituto Salesiano hanno ascoltato il capitano Dario Mineo, e gli assessori del Comune D’Aula e Federiconi. Una lezione-conversazione nell’ambito del progetto “Varese, precedenza alla legalità – In Memoria dei Caduti di Nassiriya” promosso da Comune di Varese e dall’Arma dei Carabinieri. Un progetto che ha raggiunto una prima tappa, che ha portato alla realizzazione della mostra “Caro Carabiniere” ideata con la collaborazione delle scuole per l’infanzia. Nella seconda fase, come nel caso di questa mattina, punta a sensibilizzare gli studenti delle scuole medie sul tema della legalità, con particolare attenzione rivolta ai carabinieri impegnati nelle missioni all’estero, e qui si comprende il ricordo dei Caduti di Nassiriya attraverso la figura del Carabiniere intesa come persona amica. 

Positivo il bilancio della mattinata da parte dell’assessore D’Aula. “Il nostro progetto punta a gettare il seme della legalità nelle scuole varesine, come abbiamo fatto oggi. Un ragionamento che va dai grandi valori fino ai gesti più piccoli e quotidiani della vita civile. E mi pare che finora siamo sulla buona strada, come penso ci confermeranno gli elaborati”.

L’assessore alla Sicurezza e Polizia Locale D’Aula si riferisce al concorso, che consiste nel comporre un elaborato, scrivere un racconto o una lettera ispirati al tema “Caro Carabiniere”, utilizzando le informazioni e il materiale appresi duranti incontri stessi, tenuti dal Capitano Dario Mineo, comandante della Compagnia dei Carabinieri di Varese. Durante le lezioni sono stati proiettati anche spezzoni del film “Nassiriya per non dimenticare” con Raul Bova (regia di Michele Soavi), con successivo dibattito e confronto con gli alunni.

“Il più delle volte l’Arma dei Carabinieri  – dice il capitano Mineo – viene a contatto con la società quando è stato commesso un reato. In questo caso, invece, si tratta di un incontro positivo, preventivo. Occasioni preziose per ricordare ai ragazzi quei carabinieri che partecipano a missioni ben sapendo che mettono a rischio la loro vita. E che sotto l’uniforme c’è sempre un uomo”.

Contestualmente al concorso è stata promossa l’iniziativa ”Quadratino d’Amore” per una raccolta fondi per la realizzazione a Nassiriya di una scuola intitolata “12 Novembre 2003″ promossa dall’Associazione “I bambini di Nassiriya” in collaborazione con il Comune: saranno gli stessi alunni ì che devolveranno una cifra simbolica di 1 euro. Nell’ ambito della cerimonia conclusiva prevista per il 12 Novembre al Teatro Apollonio vi sarà la premiazione degli alunni vincitori del concorso e verrà devoluta la cifra raccolta alla presidente dell’Associazione “I Bambini di Nassiriya. Diverse le scuole che hanno aderito: Scuola Media “Dante” 200 alunni (ha aderito l’intera scuola coinvolgendo tutte le classi 3° dell’istituto), Scuola Media “Salvemini ” con 80 alunni (hanno aderito le classi terze e le classi seconde), Scuola Media Istituto Salesiani, 30 alunni, Scuola Elementare S.G. Bosco con la sua classe 5°, 30 alunni.

21 ottobre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi