Varese

Missoni, grande vecchio dell’Artigianato Artistico

Da sinistra, Galli, Tajé, Amoroso e Martignoni

Ci sono livelli ai quali il lavoro diventa arte, e la produzione non è che ingegno applicato. E’ il caso dell’artigianato artistico, un importante segmento  del mondo economico locale, che dal 21 al 24 ottobre va in vetrina alle Ville Ponti di Varese con l’ottava edizione della Mostra dell’Artigianato dal titolo “Ingegno e creatività”. Special guest sarà Missoni, un nome che ha i piedi piantati nel nostro territorio, a Sumirago, ma la testa in tutto il mondo. Una figura di imprenditori che la dice lunga sulla qualità degli artigiani di queste parti. La manifestazione può essere visitata gratuitamentedalle 10 alle 22, da giovedì a domenica, mentre venerdì e sabato l’apertura viene prolungata fino alle 23.

Una grande kermesse che vede insieme tante realtà diverse, che il presidente della Camera di commercio, Bruno Amoroso, passa in rassegna con una brillante immagine calcistica, che ben riassume la rassegna in programma alle Ville Ponti. “Parliamo dell’ottavo campionato, giocato non a san Siro ma alle Ville Ponti, che vede c ome patron Regione e Fai, Provincia e Comune di Varese, e come coach Promovarese. Tante le squadre in campo, Acai, Cna e Confartigianato, e 85 giocatori, veri fuoriclasse, che disputano la partita, sette in più rispetto all’edizione dell’anno scorso. Spettatori? Certamente più di cinquemila, perchè saranno più dell’anno scorso”.

Dati e numeri che danno un’idea della dimensione della manifestazione, che vede in cartellone una nutrita serie di eventi collaterali, e vanta una prestigiosa collaborazione con il Politecnico di Milano. Come dice l’assessore allo Sport della Provincia di Varese, De Bernardi Martignoni, “una manifestazione che riguarda una nicchia particolare, certo, ma anche vere eccellenze di cui va orgoglioso il nostro territorio”. Gli fa eco l’assessore al Commercio del Comune di Varese, Giordano, che conferma l’attenzione e il sostegno, soprattutto in un momento di crisi, di queste realtà artigianali.

Una vetrina, quella preparata con la supervisione dell’ente camerale, che secondo il direttore Cna di Varese, Tajé, rappresenta un’opportunità unica per tante imprese del territorio. “Imprese che sanno coniugare il saper fare con l’arte e la bellezza”. Per Galli,  di Confartigianato Varese, la manifestazione è importante, dato che sottolinea il ruolo di ingegno e creatività nelle nostre imprese artigiane.  E poi perchè conferma che “fare rete”, come avviene realmente in questa kermesse, è la carta vincente.

Una giuria giudicherà le opere proposte al pubblico. Come ricorda Erika La Rosa, di Metamusa, la società che cura l’immagine della manifestazione, “la giuria è composta da personalità di spicco nel mondo dell’arte, dato che è presieduta da Ugo La Pietra, artista ed architetto, e vede la presenza del critico Rolando Bellini, da Gabriele Radice, dal designer Francesco Murano”.

19 ottobre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi