Varese

Weekend per amanti (veri) della città dei giardini

Anche a Varese giardini proposti al pubblico

Non è un caso che Varese sia definita “città giardino” per la presenza di verde di pregio in tutto il suo territorio. L’importante è scegliere e comportarsi coerentemente. Non è coerente con la valorizzazione del verde pubblico, ad esempio, la scelta di giunta e maggioranza di centrodestra di realizzare, a tutti i costi, il multipiano di Villa Augusta, che comporterà un intervento pesante, che comprometterà parte di quel giardino storico di Varese. Già è andata meglio alla città quando la giunta ha scelto di risistemare i bellissimi giardini di Villa Toeplitz.

Ora, per il prossimo weekend, è in programma un evento piccolo e significativo in occasione di un doppio anniversario: i 60 anni di attività di AIAPP (Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio), e i 100 anni dalla nascita di Pietro Porcinai, l’architetto dei giardini e del paesaggio, padre fondatore dell’associazione. Per festeggiare questo duplice anniversario, il 23 e 24 ottobre, saranno aperti al pubblico 5 giardini moderni tra i più belli della Lombardia, che sono stati realizzati proprio da questo grande architetto di giardini. Una manifestazione che è un piccolo aperitivo rispetto a quanto invece avverrà nel 2011, quando l’obiettivo decisamente più ambizioso, sarà l’apertura di almeno 50 giardini di Pietro Porcinai in tutta Italia. A Varese la manifestazione ha ricevuto il patrocinio del Comune.

Tra i giardini che saranno aperti al pubblico non poteva mancare un’opera targata Varese: e infatti si potrà visitare il giardino di Villa San Pedrino, in località Bosto. Ci si potrà così addentrare nel grande parco con specie botaniche rare, oltre ad una serra ed ad uno splendido giardino roccioso, bellezze che normalmente sono nascoste agli occhi dei visitatori.

Per visitare i giardini sarà sufficiente registrarsi sul sito http://www.emotiongroup.it/aiapp (il sito dell’agenzia di eventi che gestirà la parte organizzativa della manifestazione).

18 ottobre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi