Varese

GiorniDispari: spettacolo-business? No, grazie

Michele Todisco e Serena Nardi, ovvero GiorniDispari

GiorniDipari Teatro come laboratorio di idee e nuovi spettacoli, e il Teatro Nuovo di Varese come vetrina per proposte innovative. E, soprattutto, non commerciali. Sono determinati e con le idee chiare, Serena Nardi e Michele Todisco nel presentare il nuovo cartellone “Note di scena”. A sostenere questa rassegna c’è anche Giulio Rossini, che gestisce il Teatro Nuovo. L’edizione presentata ieri contempla, rispetto alla precedente, anche autoproduzioni, nate negli spazi della Scuola di Teatro che l’associazione gestisce da qualche anno presso il Nuovo.

Tra i banchi della scuola teatrali sono nati “La visita della vecchia signora” (che vedremo il 9 dicembre), ma soprattutto lo spettacolo “La follia improvvisa di Ingnazio Rando” (in programma per il 31 marzo), “una piéce – dice la Nardi – che comporta non poche difficoltà per la messa in scena, ma noi ci proviamo lo stesso”. Piéce interessante, tratta dal romanzo di Dario Franceschini, che è probabile sia in platea alla “prima”. Non manca neppure uno spettacolo che è nato sul palco del Popolo di Gallarate: “L’uomo è un occasione mancata” (5 maggio) di Valentina Maselli, attrice e regista della scuola della Fondazione Culturale.

Lo dice a bassa voce, Rossini, ma ne è convinto. “Credo che finora sia il più bel cartellone di questa rassegna”. E in effetti, come dargli torto? Come non essere colpiti dallo spettacolo “Strasserbanditen” della compagnia Schedia Teatro, un tutto Brecht con il marchio degli artisti di strada (in programma il 3 marzo)? Per non parlare del bello spettacolo del Teatro Blu della bravissima Silvia Priori, tratto dalla trilogia di Bernstein, sulla difficile convivenza tra ebrei e “goy”, “Shabbes Goy” in scena il 27 gennaio. Altri spettacoli in programma “Il mistero Skartfhellen” della Compagnia Instabile Quick (28 ottobre), “Working Class Zero” proposto dalla compagnia degli Equilibristi (13 gennaio), mentre Andrea Riva sarà in scena con “Razzis-mò Basta” (17 febbraio). Arriveranno anche “Gioco al massacro” del Teatro Edison (14 aprile) e il Teatro francese di Roma con “Saint-Germain Des Près”, uno spettacolo particoilarmente rivolto alle scuole.

Due infine i momenti musicali in cartellone: i Gaia Cuatro, quartetto multietnico, si esibiranno con il grande trombettista Paolo Fresu (14 novembre), mentre tornerà a Varese la “Treves Blues Band” (3 febbraio).

16 ottobre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi