Varese

Ospedale del Bambino, Binelli attacca il Pirellone

L'Ospedale Del Ponte di Varese

Ha mosso le acque l’allarme lanciato dal consigliere regionale Pd, Alessandro Alfieri, quando ha dichiarato di temere che, a causa di una deroga al piano regolatore ancora non attuata dal Comune di Varese, potessero essere perduti i finanziamenti statali per il nuovo polo sanitario materno-infantile che sorgerà all’Ospedale Del Ponte di Varese.

Gli risponde l’assessore leghista all’Urbanistica di Palazzo Estense, Fabio Binelli. “Alfieri fa bene a sollecitare una soluzione, ma al contrario di quanto è stato scritto, il ritardo non è imputabile agli uffici del Comune”. L’assessore Binelli, fa alcune precisazioni sul ritardo nel completamento dell’iter burocratico per il secondo lotto di lavori al nuovo ospedale Del Ponte.

“Non c’è stato alcun ritardo da parte nostra, anzi, l’attività dell’assessorato è stata volta ad individuare un iter più breve. Il Comune infatti aveva suggerito fin dall’inizio di utilizzare la via del permesso di costruire in deroga, mentre Infrastrutture Lombarde, società partecipata della Regione cui l’Azienda Ospedaliera ha affidato la progettazione delle opere, ha optato per procedere con una variante urbanistica, una soluzione che, per legge, prevede tempi molto più lunghi”.

“Gli uffici comunali si sono messi subito al lavoro, e l’ individuazione dello strumento in deroga al PRG è passata in Giunta lo scorso 14 settembre – aggiunge l’assessore – e adesso sta proseguendo con tutti gli organi preposti. Da parte nostra stiamo facendo il possibile per accelerare i passaggi: ho già chiesto di convocare in tempi rapidi il consiglio di circoscrizione 6.La Regione è al corrente di questa tempistica: l’approvazione deve avvenire entro il 31 dicembre, ma sicuramente faremo prima, con l’approvazione entro la fine di novembre. Comunque il passaggio in giunta è già stato comunicato a Roma, e l’istruttoria è già iniziata anche in assenza della formale approvazione”.

15 ottobre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi