Varese

Provincia: vuoi fare cultura? Partecipa a un bando

Al centro, l'assessore leghista alla Cultura, Francesca Brianza. A sinistra, l'assessore Specchiarelli

Non ha dubbi, in proposito, l’assessore alla Cultura della Provincia di Varese, la leghista Francesca Brianza: bandi for ever. Bandi fatti per finanziare cultura, cartelloni teatrali, manifestazioni sul territorio, rassegne sui prodotti tipici del territorio. Questione di tagli, certo, ma anche di convinzioni consolidate sulla bontà dello strumento. “Uno strumento importante – dice la Brianza-, che garantisce più trasparenza, premia la qualità e consente di realizzare una distribuzione di risorse legata a requisiti che tutti conoscono, perché scritti nero su bianco. E poi incentiva il gioco di squadra tra realtà diverse”. A differenza di quanto accade ad un chilometro in linea d’aria, a Palazzo Estense, dove si opta spesso per criteri diversi per il finanziamento di iniziative,  a Villa Recalcati si punta decisamente ai bandi sul fronte-cultura. E non a caso oggi vengono presentate iniziative culturali proprio legate a bandi. Del resto, come sottolinea anche l’assessore leghista all’Agricoltura, Bruno  Specchiarelli, “si tratta di uno strumento criterio che si oppone a finanziamenti a pioggia, che tra l’altro, per la loro esiguità, non riuscirebbero a sostenere bene nessun progetto”.

A Villa Recalcati la Brianza presenta il bando provinciale di 30 mila euro, vinto da tre importanti realtà del territorio che da tempo lavorano sul terreno del teatro per ragazzi: Teatro Blu di Cadegliano Viconago, La Zattera Teatro di Varese e IncontrArti di Gallarate. Ne risulta un cartellone di spettacoli rivolti alle scuole di buona qualità.

Altro bando, quello turistico promosso da Provincia di Varese e Camera di commercio: complessivi 200 mila euro di bando per 27 progetti. Progetti che uniscono cultura e turismo.  Da queste risorse arrivano cinquemila euro per il progetto di IncontrArti delle “Vie Sacre”. “Vie Sacre è un’iniziativa che unisce attività culturale e promozione dei luoghi del nostro territorio – continua la Brianza -. E accanto a luoghi conosciuti come l’Eremo Santa Caterina, si trovano in programma anche altri siti meno conosciuti, ma ugualmente suggestivi”. Il patron di IncontrArti, Sandro Pignataro, condivide assolutamente i principi dell’assessore Brianza: “Sono d’accordo sull’importanza dei bandi, tanto più che l’80% delle risorse oggi, anche quelle targate Ue, passano dai bandi”.

Ad IncontrArti sono andate altri tremila euro per l’iniziativa Gustarti, una serie di eventi musicali (il primo a Laveno, nella bellissima Villa Frua, sabato 16 ottobre, alle 17.30), che uniscono le note del pentagramma alle delizie del nostro territorio. E quando si parla di delizie del territorio, e del palato, il sostegno viene sempre dall’assessore Specchiarelli, un vero esperto di rassegne che parlano al cuore da gourmet che batte in ognuno di noi.

14 ottobre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi