Varese

Il Borgo della cultura fa festa in Via Dandolo

Stefania Morandi, che presiede il Borgo della cultura

Una giornata per rilanciare, ancora una volta, la zona intorno al Tribunale, tra piazza Cacciatori delle Alpi e Via Dandolo. E’ questo l’obiettivo delle manifestazioni il Borgo delle Sorprese e “La zucca e la castagna” in programma sabato 9 ottobre, dalle 9.30 fino al tardo pomeriggio. Due  proposte che guardano soprattutto alle famiglie e ai più piccoli, e che vedono, tra gli organizzatori,  il Borgo della cultura e Progetto Zattera, con il patrocinio del Comune e la collaborazione di Confesercenti e dell’Actl (Associazione culturale tempo libero Varese) del cavaliere Vincenzo Bifulco. Una collaborazione dei commercianti con il Comune valutata positivamente. Come ricorda Stefania Morandi, proprietaria dell’agenzia di viaggi, e presidente del Borgo della cultura, il Comune si è impegnato, da novembre, a fare partire i lavori per la riasfaltatura  della prima parte di via Dandolo. 

Una festa popolare che prosegue l’impegno dei commercianti della zona e che li vede impegnati a fondo. Come dice la Morandi, “da giorni i ristoratori della zona stanno provando nuove ricette e nuovi piatti a base di zucca e castagne”. Non solo piatti tipici, però: ci sarà una vetrina di opere di artisti locali, oltre ad un angolo di teatro di strada, che vedrà protagonista l’associazione La Zattera. Come ha spiegato Noemi Bassani, alla festa in programma sabato super-pupazzi di gomma piuma arriveranno davanti al palazzo della Cultura (ex Cinema Rivoli) con una grande parata che alle 15.30 partirà da via Carducci. Non mancheranno aperitivi e assaggi di piatti prelibati. E poi caldarroste, danze e musica.

A sostenere l’iniziativa per il Comune, l’assessore al Commercio Salvatore Giordano, che rilancia la collaborazione tra istituzioni locali e associazioni di categoria per iniziative che rendano più bella la  città. “Cose concrete di cui dovrebbero occuparsi di più i media, invece che inseguire cose astratte che non riguardano i cittadini”.

7 ottobre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi