Varese

A Varese la biblioteca è per tutti. Progetto-pilota

Chiara Violini e Daniele Violini

Una nuova frontiera della lettura, e dunque anche della lettura pubblica. Ciechi, ipovedenti, dislessici, lettori anomali, che messi nelle condizioni opportune possono aggiornarsi e gustare un libro come chiunque altro. Ecco allora che il Comune di Varese, grazie al progetto “Una biblioteca per tutti”, sostenuto da Fondazione  Cariplo e Fondazione Vodafone Italia, e in partnership con Cesvov, Associazione Italiana Dislessia e Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, ridisegna una parte della Biblioteca dei Ragazzi in via Cairoli intitolata a Gianni Rodari. Costo complessivo 120 mila euro.

Grazie a sofisticati strumenti tecnologici, è possibile passare allo scanner i testi e tradurli in parole e voce. Sarà così possibile seguire una riga di un libro o di un articolo sul video, seguendo caratteri ingranditi e segnalati da un cursore colorato tipo karaoke, e nel frattempo ascoltare una voce che legge quella riga (grazie ad un programma di sintesi vocale). Un sotware che può essere applicato, con i medesimi risultati, ad un testo che appaia sul web. Questa “diavoleria” tecnologica, come spiega il consulente informatico della biblioteca Daniele Violini, è il programma Kurzweil 3000.

Oltre a queste opportunità, in via Cairoli, alla presenza del sindaco Fontana e del diretore Cesvov Ampollini, è stata mostrata una tastiera di computer braille per ipo e non vedenti. Ma secondo quanto detto dalla direttrice della biblioteca civica, Chiara Violini, molta attenzione si sta dedicando anche agli audiolibri e materiale multimediale.

Ma come ha confermato Fontana, il vero problema resta, come più volte denunciato, i tagli inevitabili, che finiranno per scaricarsi sulla cultura. Un’eventualità che il sindaco tende ad escludere il più possibile. “Cercheremo in ogni modo di limare e riequilibrare i vari servizi per evitare tagli draconiani”.

A fare il punto sul progetto, è in programma un convegno “Una biblioteca per tutti. Mille e uno modi di leggere”. Si terrà l’8 ottobre, alle 16.30, presso l’auditorium del Liceo Musicale di Via Garibaldi a Varese e sarà moderato dal giornalista sociale Roberto Bof.

4 ottobre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi