Arte

Le figure di Quattrini in mostra al Castello

Un'opera di Quattrini in mostra

Taglio del nastro, ieri pomeriggio al Castello di Masnago, per l’antologica dedicata ad Oreste Quattrini, che resterà aperta fino al 17 ottobre. Una partenza che ha visto la presenza del figlio dell’artista, Antonio. Si tratta di un omaggio all’artista voluto fortemente dall’Associazione Amici della Ceramica delegazione di Varese in collaborazione con il Comune di Varese.

“Oreste Quattrini ha il dono, la capacità di lavorare la forma, sia per adduzione che per sottrazione: gesso, ceramica, bronzo, marmo. Plasmare o togliere per dare forma: un maestro con un importante risultato espressivo nelle sue opere”, dichiara Enrico Brugnoni, Presidente Anac Varese. “Oltre 60 anni di attività in un percorso ricco di continue sperimentazioni nella forma, nel decoro (che per altro ben rappresenta il suo carattere schivo, la sua semplicità ), perseguendo la volontà di innovare la sua arte scultorea, senza mai allontanarsi da quella ispirazione poetica classica che pervade, con sfumature diverse e con armonia, ogni sua scultura”.

Lo scultore in mostra al Castello è nato a Sesto Fiorentino nel 1919 ed è scomparso a Varese cinque anni fa. Si diploma in scultura all’Istituto d’Arte di Lucca ed al Magistero d’Arte di Firenze. Dirige fabbriche di ceramica d’arte a Sesto Fiorentino, Campione d’Italia, Laveno. Insegna per anni in Istituti d’ Arte a Sesto F., Cantù e al Liceo Artistico di Varese.

Molte le personali in Italia e all’estero. Ha realizzato monumenti civili e religiosi, vincendo il primo premio in concorsi indetti da Comuni ed Enti. E’ autore di grandi altorilievi e arredi sacri per Istituti Religiosi. Sue opere si trovano presso il Museo Michelangelo a Caprese M., i Musei di Gallarate, Faenza, Cerro di Laveno, Sacro Monte di Varese ed in collezioni pubbliche e private.

3 ottobre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi