Varese

Il Chiara degli under-30, tra passione e sogni di gloria

L'incontro del Chiara Giovani dello scorso anno

Domani pomeriggio 26 settembre, alle ore 15.30, presso la Feltrinelli di Varese si sono dati appuntamento gli scrittori in erba, i ragazzi e le ragazze dai 15 ai 25 anni che hanno partecipato al concorso Chiara Giovani e che sono riusciti ad arrivare in finale, sono stati cioè pubblicati nel volume “La memoria dell’acqua” (il tema di quest’anno). Ora spetta ai 200 giurati popolari decidere chi salirà sul podio.

L’incontro di domani, che sarà condotto nella libreria di Corso Moro da Bambi Lazzati, una delle “anime” del Premio Chiara, e dal giornalista Andrea Giacometti, direttore del quotdiano on line Varesereport.it e uno dei giurati, servirà a presentare i giovani scrittori e a farli incontrare. Certo, non saranno presenti tutti e trentadue finalisti, ma parecchi di loro hanno assicurato di partecipare all’appuntamento. Saranno presenti:

Eleonora Alberti di Sumirago (Va), Francesca Bianchi di Montegrino (Va), Saba Chopard di Bellinzona (CH), Filippo Cova di Gallarate (Va), Carolina Crespi di Busto Arsizio (Va), Martino Nazario di Tradate (Va), Luca Pagani di Vedano Olona (Va), Ermira Preka di Varese, Jenny Rosmini di Gavirate (Va), Sara Tomassini di Varese, Benedetta Vanoni di Bodio Lomnago (Va).

Il tema proposto quest’anno per il Premio Chiara Giovani 2010, aperto ai giovani nati fra il 1 gennaio 1985 e il 31 dicembre 1995 e promosso dall’Associazione Amici di Piero Chiara e sostenuto dalla Prealpi Servizi, è “La memoria dell’acqua”. Tra i duecentocinquanta racconti che sono giunti alla segreteria del premio da tutta Italia e anche dal Canton Ticino, ne sono stati selezionati trentadue da una giuria tecnica. Una giuria iopolare, composta da 200 lettori italiani e ticinesi, designerà i vincitori dei premi in palio.

25 settembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi