Varese

Dipendenti della Provincia, rischiano di restituire soldi

Il leghista Dario Galli, presidente della Provincia di Varese

Il tenente della Folgore Alessandro Romani, ucciso in Afghanistan, è stato commemorato oggi con un minuto di silenzio in apertura del consiglio provinciale. Poi,durante la discussione sullo stato di attuazione dei programmi e la verifica degli equilibri di bilancio di esercizio è emerso la questione della produttività riferita all’anno 2009 bloccata dai Revisori dei Conti, che non hanno ancora espresso il loro parere.

A chiarire la posizione dell’amministrazione provinciale è stato lo stesso presidente della Provincia Dario Galli: «Qui non c’è la volontà di togliere niente a nessuno. E’ esattamente il contrario. Il rischio è che ai dipendenti, in merito alla situazione del 2005, venga chiesto loro di restituire una parte di soldi già ricevuti in busta paga. Questa sia chiaro non è la volontà della Provincia. Nessuno sta tirando via niente a nessuno. Anzi si sta cercando di individuare una soluzione che salvaguardi anche quanto avvenuto in passato. La situazione e le norme sono di difficile interpretazione e per questo chiederemo ai Revisori dei conti di stralciare la produttività inerente al 2009 e al 2010 dalla situazione pregressa».

Percorso ribadito anche dall’Assessore al Personale Fausto Brunella, che ha comunicato al Consiglio che non solo è stato definito l’accordo per il 2009, ma anche quello sulla produttività 2010, con la volontà di tutta l’amministrazione di chiudere in maniera positiva entro l’anno in corso.

21 settembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi