Varese

Stagione musicale del Comune. Bella e “blindata”

Il maestro Fabio Sartorelli. Dietro, il sindaco Fontana

La Stagione musicale del Comune di Varese ha il marchio di un prodotto artigianale. Un prodotto realizzato con competenza, passione e attenzione alla qualità. Da 12 anni, con caparbietà e molto impegno, la firma, come direttore artistico, il maestro Fabio Sartorelli e, arrivato alla dodicesima edizione, continua ad occuparsi di questa manifestazione con la dedizione del neofita. E lo fa nonostante le molte difficoltà incontrate nella scorsa stagione. Il cartellone 2010-2011 è pronto, i concerti sono 11 (cioè due più dell’anno scorso), i problemi sono sempre gli stessi (manca una sala adeguata, sui 400 posti, rispetto al bello, ma inadeguato Salone Estense), il costo complessivo è di 143 mila euro, dei quali metà li copre il Comune e metà gli sponsor (“il mecenatismo puro è uno dei punti di forza della Stagione varesina”, dice Sartorelli). Ma la qualità della proposta è davvero invidiabile.

Da poche settimane è stato rinnovato il contratto di consulenza a Sartorelli, che per i prossimi tre anni ancora dirigerà la Stagione musicale. Un incarico, dunque, che va oltre la scadenza della legislatura e che potrebbe vedere anche un altro assessore alla Cultura. “Abbiamo messo le mani avanti – dichiara il sindaco-assessore alla Cultura Attilio Fontana -. Così, chiunque prenderà il mio posto, si troverà in eredità questa manifestazione prestigiosa, che abbiamo ‘blindato’”.

Si parte, il 22 ottobre, al Salone Estense, con la grande musica barocca del prete rosso. Sarà il violinista Giuliano Carmignola, con l’Ensemble Zefiro e la flautista Dorothee Oberlinger, a proporre un concerto “tutto Vivaldi”. Due i quartetti in questa stagione. Il Quartetto Emerson, un formazione americana che il 12 novembre suonerà in onore di Dante Isella, e il Quartetto Ebène, che il 13 febbraio proporrà un concerto alla francese, proponendo Debussy-Fauré-Ravel.

Duo eccezionale il 21 novembre, con Michala Petri al flauto dolce, interprete dell’integrale dei Concerti Brandeburghesi con il maestro Claudio Abbado, e Lars Hannibal a chitarra e liuto. Altro duo, in scena il 30 gennaio 2011, quello formato dalla giovane violoncellista argentina Sol Gabetta e dal pianista Henri Sigfridsson. La musicista, come confessa Sartorelli, “l’abbiamo inseguita per due anni dati i suoi impegni internazionali, ma alla fine siamo riusciti a portarla a Varese”.

Un solo trio, invece, parteciperà a questa Stagione musicale varesina, il 29 marzo. Con un programma totalmente russo, composto da brani di Prokof’ev, Gubaidulina, Caikovskij, si esibiranno il violinista Gidon Kremer, il violoncellista Giedre Dirvanauskaite, la pianista Khatia Buniatishvili.

E poi i grandi solisti. Anzi, le grandi star. A partire, il 5 dicembre, dalla giovanissima pianista Yuja Wang, con un concerto a due secoli dalla nascita di Chopin e Schumann. Ritorna, dopo sei anni, la grande Angela Hewitt, con Handel, Beethoven e Fauré (il 16 gennaio). Infine l’enfant prodige Kit Armstrong, appena diciottenne, musicista laureato anche in fisica e matematica, che il 20 marzo va sul classico, da Bach a Mozart, ai quali aggiunge una sua composizione: “Origami”.

Ma non poteva mancare una chicca. Una chicca per cultori, che magari non richiamerà grandi numeri (“ma va bene così”, dice caparbio Sartorelli). Parliamo di una prelibatezza per le orecchie come il concerto tutto dedicato a Claudio Monteverdi che, il 27 febbraio, sarà proposto dall’ensemble La Venexiana. Un omaggio che non poteva privarsi di quell’opera che è Combattimento di Tancredi e Clorinda. A chiusura della Stagione, il 13 aprile, il tradizionale concerto in Basilica. Ma con una novità: non sarà musica sacra, ma un concerto sinfonico dedicato a Schumann con l’Orchestre Des Champs-Elysées, che utilizza strumenti originari, diretta da Philippe Herreweghe.

15 settembre 2010 Andrea Giacometti direttore@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Stagione musicale del Comune. Bella e “blindata”

  1. Elena il 16 settembre 2010, ore 11:43

    …. già già il sindaco ha messo le mani avanti!

Rispondi