Lettere

Ponte sullo stretto, nì della Lega

Non vorrei sbagliare, ma mi sembra di ricordare che, nel marzo 2005, la Lega nord non esitò a scatenare un’offensiva senza precedenti contro il progetto del ponte sullo stretto di Messina. Il capogruppo della Lega alla Camera Andrea Gibelli (ora vice di Formigoni in Regione Lombardia) fu perentorio: “Il ponte è un ecomostro, un’opera vergognosa e dispendiosa – disse – inutile sotto tutti i punti di vista”. Già qualche mese dopo, tuttavia allorché, in occasione delle elezioni politiche 2006, Bossi si alleò con Lombardo (MPA), la Lega ammorbidì la sua posizione incominciando improvvisamente a diventare disponibile all’idea del ponte.

Dopo la parentesi del biennio del governo Prodi, quando il controverso progetto del ponte parve definitivamente destinato all’oblio delle opere ciclopiche che mai sarebbero state cantierizzate , con la costituzione del nuovo governo Berlusconi, PDL e Lega nord si sono affrettati ad annunciare l’imminente realizzazione della grande opera, il cui costo complessivo sarà di 6,3 miliardi di euro, da aggiungere, naturalmente, ai circa 160 milioni che, secondo alcune stime, è già costato, in 40 anni, ai contribuenti italiani.

Il ministro alle infrastrutture Altero Matteoli (PDL), rispondendo ad alcune interrogazioni nell’ aula del Senato, ha rivelato che i principali cantieri saranno avviati “all’inizio del 2011 con l’obiettivo di aprire il ponte al traffico il primo gennaio 2017”. (Il Sole 24 Ore Radiocor, 4 febbraio 2010)

Su questa vicenda, da tempo, è calato un imbarazzato e imbarazzante silenzio.

Sarebbe interessante sentire cosa pensa in merito il sindaco di Varese Attilio Fontana che giustamente protesta contro i tagli del governo di centrodestra agli enti locali che costringono anche gli enti virtuosi come il nostro a rinunciare ad opere necessarie alla nostra comunità e utili a rilanciare l’economia.

Non sarebbe male intervistare, magari attraverso Radio Padania, anche i simpatizzanti e gli elettori della Lega nord della nostra provincia a proposito della coerenza del Carroccio.

Fabrizio Mirabelli

Consigliere comunale PD

13 settembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti a “Ponte sullo stretto, nì della Lega

  1. Ezio Macchi il 13 settembre 2010, ore 21:43

    Voglio proprio vedere con che faccia la Lega approva il ponte.Forse sarebbe meglio che con quei soldi regalati alla mafia, facessero imbiancare le aule e fornirebbero la carta igienica alle scuole.

  2. Gigi Bernasconi il 13 settembre 2010, ore 21:51

    già che parliamo di grandi opere, qualcuno sà dirmi che fine ha fatto l’alta velocità in val di Susa?

  3. Alessandro Caironi il 13 settembre 2010, ore 21:52

    e qualcuno farebbe meglio anche a tornarci a scuola…

  4. Carlo Cattorini il 28 settembre 2010, ore 10:03

    La Sicilia giace sulla zolla tettonica africana, la Calabria giace sulla zolla tettonica euroasiatica, le due coste slittano trasversalmente allontanandosi di un metro al secolo, un sistema di traghetti è sicuramente meno pericoloso…

  5. Nord vs Sud. Scateniamoci! (split thread) - Page 9 - PPRuNe Forums il 22 gennaio 2011, ore 14:47

    [...] [...]

Rispondi