Canton Ticino

La pittrice Anna Sala illustra i “pulcinoelefante”

Si apre oggi pomeriggio domenica 12 settembre “Sensazioni di paesaggio”, mostra personale della pittrice Anna Sala, a Casa Pessina a Ligornetto (Canton Ticino), alle ore 17 (la mostra resterà aperta fino al 10 ottore). Il vernissage di oggi vedrà la presenza e l’intervento di Angela Madesani.

Casa Pessina, donata al Comune di Ligornetto dalla signora Bianca Pessina, in memoria del fratello Apollonio, scultore e pittore, ospita, al primo piano, nella grande sala, la personale dell’artista milanese Anna Sala, raffinata esecutrice di dipinti di paesaggio: alcuni realizzati qualche anno fa, altri appositamente eseguiti per la mostra promossa dal Dicastero della Cultura di Ligornetto.

In esposizione ci sono marine, “essenziali nella loro linearità”, ma anche paesaggi toscani e andalusi “più elaborati nella resa”, con riferimento al paesaggio di Simone Martini, alle opere dei fratelli Lorenzetti ma anche, per le piccole dimensioni allungate in orizzontale e per la raffinatezza del linguaggio, a certi formati di Giovanni Fattori.

Anna Sala, nei suoi lavori, ripropone, con approfondite conoscenze tecniche, gli antichi procedimenti della pittura toscana e fiamminga come la gessatura della tavola di legno, prima dell’applicazione della pittura a olio, magra e senza alcun compiacimento materico.

L’occasione della mostra a Ligornetto nasce dalla presentazione al pubblico di una pubblicazione che Sala ha realizzato con il Pulcinoelefante. Una piccola, ma prestigiosa casa editrice che, in oltre 25 anni di attività, votati alla poesia e all’arte, ha realizzato quasi ottomila titoli. Verranno presentati i volumi (in tutto 33) che l’editore Casiraghy ha realizzato per l’occasione ognuno con uno scritto poetico e un’olio su tela di Anna Sala, uno diverso dall’altro. Volumi ispirati alla poesia di Vittorio Sereni, (Luino, 27 luglio 1913 – Milano, 10 febbraio 1983) dal titolo Ecco le voci cadono (da Frontiera, 1941). L’omaggio a Sereni è costituito da una selezione di lavori (circa 50 fra oli e acquerelli), in mostra a Casa Pessina. A queste opere se ne aggiungono altre dedicate alla poetessa Antonia Pozzi suicida a ventisei anni, che di Sereni era amica, tutte connesse al tema dell’acqua. In tal senso Anna Sala ha realizzato marine, scorci di lago (Capolago, Riva San Vitale, Bissone. Muzzano..) in cui la velocità della pennellata riesce a evocare quelle particolari atmosfere.

Anna Sala è nata a Milano. Compie gli studi a Siena dove si diploma all’Istituto d’Arte Duccio di Buoninsegna e si laurea alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università, in Storia dell’Arte Contemporanea, allieva di Enrico Crispolti, con la tesi “Marcello Nizzoli grafico e designer. I progetti per Campari e per Olivetti”. Dopo una lunga permanenza nella città toscana si trasferisce ad Alessandria d’Egitto per tre anni. Comincia ad esporre regolarmente dal 2001.Presente in varie sedi espositive pubbliche e private in Italia e all’estero. Vive e lavora a Varese.

12 settembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi