Varese

Fiera, si parla di cultura con Azzalin e la Terziroli

L'editore e poeta varesino Dino Azzalin

Quest’anno la Fiera di Varese sta proponendo un ampio ventaglio di eventi e iniziative. Tra tematiche di grande interesse come la sicurezza e manifestazioni di sicuro impatto come Varese Sapori, non poteva mancare anche un angolo della cultura.

Così, alla kermesse organizzata nell’area della Schiranna dal Comune di Varese e dalla Ciesse Servizi, oggi pomeriggio, domenica 12 settembre, verrà affrontato un tema rilevante, “L’importanza della cultura nell’area della crisi globale”. Con parole meno roboanti e più terra-terra è come domandarsi se ci salverà la cultura in una fase di crisi come quella attuale (l’appuntamento è presso il padiglione A nell’area dell’Assessorato alle Attività produttive del Comune di Varese, alle 18).

Interverranno al confronto uno dei protagonisti del dibattito culturale a Varese, Dino Azzalin, patron della casa editrice “Nuova Editrice Magenta” (NEM), oltre che raffinato poeta e scrittore, dentista e volontario medico in Africa. Tra le iniziative che Azzalin ha realizzato negli ultimi anni, anche il rilancio di una rivista di dibattito culturale e sociale dal titolo “Nuova Presenza”. In Fiera Azzalin proporrà alcune pagine del suo ultimo volume, “Guardie ai fuochi”.

Ad affiancare il popolare editore, sarà Linda Terziroli, giovane e affascinante studiosa, oltre che poetessa e insegnante, tra i promotori, insieme al mitico poeta e critico Silvio Raffo, del Premio Morselli. La Terziroli in Fiera parlerà proprio di un volume dedicato a Morselli, un’opera da lei curata e pubblicata dalla NEM, dal titolo “Lettere ritrovate” dello stesso Morselli. Un momento di riscoperta di un autore ignorato in vita e dimenticato a lungo dopo la tragica scomparsa.

12 settembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi