Chiesa

Tettamanzi: sì ad una moschea per gli islamici

Ancora una volta l’arcivescovo di Milano, il cardinale Dionigi Tettamanzi, spiazza con le sue aperture coraggiose e civili. In un’intervista pubblicata su “La Repubblica”, il presule ha lanciato un appello a favore dei musulmani del capoluogo lombardo, e perchè venga per loro realizzata una moschea. “Gli islamici di Milano – ha detto il cardinale Tettamanzi - hanno diritto ad avere un posto dove pregare”.

Duro il riferimento del cardinale a partiti che “cavalcano la tigre” della sicurezza (“spesso la politica strumentalizza il problema aumentando il livello dello scontro”), mentre secondo l’arcivescovo “le istituzioni civili milanesi devono garantire a tutti la libertà religiosa e il diritto di culto. La mancanza della moschea è un problema grave, che bisogna risolvere urgentemente. La questione interroga la città nel suo complesso. Le autorità locali devono cercare di trovare una soluzione in tempi brevi: rimandare il momento in cui la questione sarà affrontata, può solo incancrenire la situazione e aumentare la tensione”.

Non è la prima volta che il cardinale Tettamanzi entra nel merito di questioni “calde” che gli attirano le critiche di forze politiche che considerano la sicurezza e gli stranieri come un fronte su cui guadagnare consensi. E’ accaduto anche quando l’arcivescovo di Milano criticò lo sgombero forzato dei Rom a Milano, e per questa ragione il quotidiano leghista “La Padania” lo aveva bollato come un “imam” e non come un vescovo cattolico.

5 settembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi