Milano

Scomparso Cantù, dirigente delle Acli milanesi

Lorenzo Cantù

E’ scomparso Lorenzo Cantù, storica figura del cattolicesimo democratico milanese e a lungo dirigente sindacale della Fim-Cisl. Cantù è stato anche presidente provinciale delle Acli di Milano, Monza e Brianza dal 1987  al 1996.

Ma negli ultimi anni, Cantù è stato un collaboratore molto impegnato nell’ambito della Diocesi di Milano, presso l’Ufficio di Pastorale del lavoro, a fianco di don Raffaello Ciccone. Queto impegno ha portato Cantù a seguire molte crisi aziendali nel Milanese e il fondo istituito dal cardinale Tettamanzi in favore dei disoccupati.

Le Acli milanesi ricordano di Cantù le qualità di credente, di dirigente sindacale, di persona impegnata con umiltà, dedizione ed intelligenza per la causa dei lavoratori e delle classi sociali più deboli in linea con l’insegnamento del Vangelo e del pensiero sociale della Chiesa, e lo additano come esempio di disinteresse personale e di serietà per tutti i responsabili politici e sindacali.

 La camera ardente è allestita a partire dalle ore 16 di oggi giovedì 2 settembre presso l’abitazione Via don Biagio Rossetti 5/4 20050 Ronco Briantino (MB), mentre i funerali avranno luogo sabato 4 settembre 2010, alle ore 15, presso la Chiesa parrocchiale di Sant’Ambrogio a Ronco Briantino (MB).

2 settembre 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi