Calcio

Sannino al dopo-partita: “Testa e cuore fanno la differenza”

L'allenatore del Varese Bappe Sannino

Valutazione dello scontro di oggi e prospettive future nelle parole di Sannino nel bilancio del dopo-partita. Il mister ha ribadito la propria fiducia nei suoi ragazzi.

“Abbiamo fatto una prova di carattere, con un contorno di condizioni che potevano essere favorevoli, impattato contro la squadra che forse vincerà il campionato. Dobbiamo essere felici, ma voltare subito pagina e pensare a Empoli. I ragazzi non hanno avuto timore riverenziale nei confronti delle grandi squadre che abbiamo finora incontrato. Noi possiamo perdere con chiunque, ma giocandocela”.

La forza di questo Varese sta proprio nel gruppo, come evidenziato dal mister a fine gara: “Sono contento per i miei ragazzi perché hanno dato tantissimo. Sono contento anche per chi entra nel corso della partita e mi dispiace per le scelte che devo fare nel fine settimana. Sono tutti bravi ragazzi e danno il massimo nel durante gli allenamenti. Il Varese deve arrivare al fine anno con tutti gli effettivi perché solo essendo un grande gruppo potremo gestire un campionato così lungo che prevede 42 partite”.

Sannino ha sottolineato la forza fisica degli orobici anche se “dal punto di vista calcistico la partita è stata equilibrata. Torino, Atalanta, Siena e Livorno arriveranno alla fine del campionato tra le prime e se la giocheranno per passare in serie A. Sono contento di aver incontrato subito Torino e Atalanta. Giochiamo in una categoria che non sappiamo cos’è, contro giocatori sempre visti in televisione. In sei anni siamo venuti dall’eccellenza, il punto di oggi ci va benissimo e vedrete che poche squadre vinceranno a Torino. La testa e il cuore fanno la differenza e le nostre scelte societarie sono basate su carattere, comportamento e amore per questo sport. Devono rendersi conto che sono dei fortunati e giocare fino alla morte in ogni partita”.

28 agosto 2010 Gianluca Bertoni redazione@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi