Cinema

“Esterno Notte” chiude con un film “viscontiano”

Un momento della pellicola di Guadagnino

Come sempre non delude la rassegna promossa ogni estate da Filmstudio ’90 “Esterno Notte”, che sta per terminare alla tensostruttura presso i Giardini Estensi di Varese. Una rassegna con mistero finale: fin dalla sua presentazione, il patron della rassegna e direttore del popolare cineclub varesino Filmstudio ‘90, Giulio Rossini, aveva annunciato che la rassegna si sarebbe chiusa con una pellicola dal titolo a sorpresa.

Ora sappiamo che martedì 31 agosto, alle ore 21.15, “Esterno Notte” ha scelto per chiudere l’edizione 2010 una pellicola molto discussa, che ha provocato giudizi positivi, ma anche parecchie riserve. Si tratta di “Io sono l’amore” di Luca Guadagnino – Italia 2009, 115′.  Nel film sono presenti Tilda Swinton, Alba Rohrwacher, Gabriele Ferzetti.

Emma e Tancredi Recchi sono una coppia dell’alta borghesia lombarda. Sposati da tanti anni senza essersi mai amati, trascorrono la loro monotona esistenza in una splendida villa nel cuore di Milano insieme ai loro tre figli, Elisabetta, Edoardo e Gianluca. Mentre Gianluca è l’orgoglio di suo padre, destinato a prenderne un giorno il posto, Edoardo, il prediletto di Emma, delude ogni aspettativa di Tancredi con il suo idealismo. Quando Edoardo si getta a capofitto nell’ennesima avventura rilevando un ristorante insieme al suo amico Antonio, un giovane e talentuoso chef di umili origini, come al solito Emma si schiera al suo fianco. L’arrivo di Antonio, la sua creatività e il suo sorriso daranno una brusca sterzata alla vita della famiglia Recchi, risvegliando in Emma la potenza dell’amore…

Un affresco inconsueto e raffinato sulla decadenza di una famiglia di industriali milanesi, presentato con successo all’ultimo Festival di Venezia e definito da molti “viscontiano”.

Ingresso EUR 6,00 / ridotto EUR 4,50 (tessere Filmstudio ’90, ARCI, COOP, under 18 anni, over 60).

27 agosto 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi