Locarno

La prima volta di Père. Meno spettatori e film

Il direttore Olivier Pére

Ieri  è calato il sipario sulla 63a edizione del Festival del film Locarno, la prima che porta la firma della direzione artistica del francese Olivier Père. La pioggia ha costretto gli organizzatori a spostare all’Auditorium Fevi la cerimonia di chiusura che si sarebbe dovuta svolgere, come da tradizione, sulla Piazza Grande. Il Pardo d’oro 2010 è andato al film cinese Han Jia (Winter Vacation) di LI Hongqi, il cui progetto aveva partecipato l’anno scorso al laboratorio di co-produzione del Festival Open Doors. I diritti mondiali del film sono stati acquistati durante il Festival dalla società di distribuzione francese Capricci Films.

Gli spettatori della 63a edizione sono stati in totale 148.436 (contro i 157.057 del 2009). Il calo registrato è certamente dovuto ai risultati di Piazza Grande, che ha contato 52.300 spettatori (2009: 58.100), penalizzata quest’anno da quattro serate di pioggia o di freddo. La situazione sarà comunque oggetto di attenta analisi da parte della Direzione. La 63a edizione si è contraddistinta da un’ottima frequentazione nelle sale, con cifre che rimangono stabili nonostante la notevole riduzione del numero dei film (280 titoli nel programma di quest’anno contro i 397 del 2009) e l’abolizione di una sala cinematografica (Cinema Otello): le proiezioni in sala hanno così riunito 96.136 spettatori (2009: 98.957). Anche quest’anno il Festival è riuscito ad attirare un gran numero di professionisti del cinema, accogliendo 3852 accreditati in totale di cui 900 accreditati nella categoria « industry » e 875 giornalisti provenienti da tutto il mondo.

Per ciò che riguarda il programma del Festival, la 63a edizione è stata caratterizzata dalla giovane età dei cineasti e degli attori, dai membri delle diverse giurie agli autori e protagonisti dei film nelle diverse sezioni, nelle quali si sono contate quest’anno 22 opere prime, e dalle serate emozionanti sulla Piazza Grande in compagnia degli invitati d’onore del Festival, dai registi JIA Zhang-ke e Alain Tanner (entrambi vincitori del Pardo d’onore Swisscom 2010) a Francesco Rosi (Pardo alla carriera), dal produttore Menahem Golan (Premio Raimondo Rezzonico come migliore produttore indipendente) agli attori Chiara Mastroianni (Excellence Award Moët & Chandon) e John C.Reilly. L’edizione di quest’anno sarà ricordata anche per il notevole afflusso di pubblico riportato dalla retrospettiva consacrata al maestro della commedia Ernst Lubitsch, e alle sale piene per la sezione dei cortometraggi dei Pardi di domani, che quest’anno ha festeggiato il suo 20° anniversario. L’edizione 2010 ha visto il successo di nuove iniziative come gli «Industry Days» – tre giorni di proiezioni ed incontri riservati ai professionisti del cinema – e la Locarno Summer Academy – il nuovo programma di formazione destinato agli studenti e ai giovani professionisti del cinema.

La 64a edizione del Festival del film Locarno si terrà dal 3 al 13 agosto 2011

15 agosto 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi