Cinema

Cortisonici “esporta” Varese in Sud Corea

Il manifesto del festival sudcoreano

Oltre ad essere una solida realtà nel panorama culturale varesino, ora Cortisonici si conferma anche una realtà da “export”. In questi giorni, infatti, l’associazione che cura la popolare kermesse dedicata ai corti, che tanto successo registra ogni anno a Varese, è volata in Corea del Sud, per partecipare alla seconda edizione dell’Italian Film & Art Festival.

Come spiega Massimo Lazzaroni, uno degli ambasciatori del festival “made in Varese” in terra coreana, “si rinnova così il legame tra Cortisonici e la Corea del Sud. Il festival varesino, che nel 2006 dedicò il suo Focus all’emergente cinema coreano con un enorme successo di pubblico, sarà nuovamente a Seuol in veste di ospite d’onore della seconda edizione dell’Italian Film & Art Festival, che si svolgerà nella capitale sud coreana dal 10 al 22 agosto 2010”.

Realtà d’eccellenza nate a Varese, dunque, e non solo nell’ambito economico, continuano ad “esportare” il nome della città giardino oltre confine. A presentare una selezione delle migliori opere italiane delle ultime due edizioni saranno presenti in Corea il direttore artistico Gianluca Gibilaro e Massimo Lazzaroni, direttore organizzativo. Uno spazio specifico verrà invece dedicato alle opere video artistiche del regista varesino Mauro Colombo, già presentate a giugno presso un festival “Video Art & Experimental Film Festival” di New York, ed al documentario “Hasankyef Waiting life”.

Prestigioso l’elenco dei partner del festival: oltre a cortisonici collaborano alla manifestazione coreana il Museo Nazionale Del Cinema di Torino, il Centro Cinema Citta` di Cesena, ed il Firenze Korean FilmFest.

Link festival: http://www.ifaf.co.kr/

8 agosto 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi