Varese

Consulenze d’oro, il direttore della Stagione del Comune

Estate, stagione di gelati, bagni al mare, escursioni sulle cime alpine, viaggi in tutto il mondo, ma anche stagione di collaborazioni coordinate e continuative ben pagate. Questa volta riguardano uno degli eventi culturali più famosi a Varese, la Stagione musicale che ogni anno viene promossa dal Comune di Varese. E proprio nell’albo pretorio è apparso un avviso per la ricerca di un professionista che organizzi tale rassegna, che finora è stata portata avanti dal musicologo Fabio Sartorelli. E certamente lo stesso Sartorelli sarà uno dei possibili concorrenti, dato che sembra rispondere ai requisiti richiesti.

Non si tratta proprio di un concorso, ma di qualcosa di simile (il termine tecnico è “procedura comparativa pubblica”). In pratica chi risponde alle richieste previste in questa sorta di bando, può candidarsi ad organizzare la prestigiosa rassegna nei prossimi tre anni, per un compenso lordo di 48.669,28 euro. Ma non perdete tempo, se avete le caratteristiche richieste, perché l’avviso è stato pubblicato martedì 27 luglio, cioè tre giorni fa, e scade il 5 agosto alle ore 12. Il tempo disponibile, dunque, è di appena 10 giorni.

Per quanto riguarda i requisiti generali richiesti, la capacità a contrattare con la Pubblica Amministrazione; l’assenza di inadempimenti in precedenti incarichi ricevuti dal Comune. Mentre, invece, per quanto riguarda i requisiti speciali, una Laurea Magistrale o equiparato in materie letterarie; il Diploma di Conservatorio; un’esperienza documentabile maturata nel campo dell’organizzazione e gestione di eventi musicali.

Quali i compiti di questo consulente esterno? Della Stagione musicale, il professionista definirà gli aspetti organizzativi (contatti con agenzie e interpreti, cachet ecc.) e valuterà quelli artistici (scelta dei programmi, varietà dei repertori proposti ecc) e tecnici e quant’altro necessario alla buona riuscita delle manifestazioni, compresi gli aspetti promozionali e di comunicazione mediante la predisposizione dei materiali definitivi per la stampa (manifesti, brochure, programmi di sala ecc) e la pubblicazione in internet di tutto ciò che concerne tali eventi e quindi assicurando il coordinamento di tali aspetti anche sul piano del design e dei contenuti della comunicazione stessa.

Oltre alla Stagione musicale, il professionista dovrà anche occuparsi di valutare e, se necessario, provvedere alla composizione di eventuali altri cartelloni concertistici, tranne le iniziative e le attività relative al Civico Liceo Musicale.

Davvero interessante è una clausola di questo avviso: “Il collaboratore si impegna a non diffondere, per la durata del presente contratto, notizie ed informazioni riservate di cui sia venuto a conoscenza durante la realizzazione del progetto, anche non strettamente attinenti il progetto stesso”. Insomma, bocca cucita con i giornalisti.

30 luglio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi