Sport

Lo stadio e il Pd: con Cattaneo, contro De Wolf

Lo stadio Franco Ossola a Masnago

C’era una volta la cittadella dello sport. Passano gli anni, cambiano le cose, il Varese va in serie B e…ritorna la cittadella dello sport. Tutto come in un “dejà vu”: impianti che restano a Masnago, piccoli negozi e nessun centro commerciale, piste di ciclismo e di atletica. E il nome di un solo  imprenditore: Augusto Caravati. Appunto: c’era una volta. Stando almeno alle intenzioni della giunta espresse dal vicesindaco con delega agli impianti sportivi, l’architetto Giorgio De Wolf.

Tanti argomenti offerti su un piatto d’argento alle opposizioni. L’idea rassicurante di una “cittadella dello sport”, fulcro del progetto Caravati? “Con rispetto parlando, era già vecchia vent’anni fa”, attaccano i consiglieri del Pd Cacioppo e Mirabelli. D’accordo nel mettere nel frattempo qualche toppa al vecchio Franco Ossola, in vista del campionato, ma non ci si deve fermare qui. Opportunamente ricordano Cacioppo e Mirabelli che “ci troviamo in fase di redazione del PGT, lo strumento urbanistico che disegnerà il futuro della nostra città, impianti sportivi compresi, per i prossimi quindici o venti anni”. E dunque, appare “normale, in questa fase, per un buon amministratore non avere ancora convinzioni categoriche ed essere disponibile a confrontarsi a 360° su cosa significhi oggi, e più ancora domani, realizzare un grande impianto sportivo moderno”.

I consiglieri del Pd avanzano da subito una convinzione. “Crediamo debbano essere i privati interessati, sia pure sotto il controllo dell’amministrazione stessa, a realizzare materialmente l’opera. Varese è pronta, in fase di redazione del PGT, a gettare le basi, affinché, almeno in futuro, come sottolineato anche dall’assessore regionale Cattaneo, rimanga aperta la possibilità di seguire questa strada che, a nostro parere, sarebbe l’unica veramente moderna ed innovativa, o preferisce rincorrere, di volta in volta, le emergenze che, inevitabilmente e sempre più spesso, ormai stanno logorando il proprio prezioso patrimonio di impianti sportivi?”.

La domanda, dunque, sorge spontanea: “L’area delle Fontanelle, previo il consenso dei Comuni nel cui territorio si trova, è veramente l’unica area adatta, per vocazione urbanistica ed accessibilità, ad ospitare un impianto sportivo polivalente che avrebbe una valenza sovracomunale o ne esistono altre? C’è la volontà di individuarle?”. Interrogativi lasciati in sospeso. E dibattito aperto in città.

27 luglio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Lo stadio e il Pd: con Cattaneo, contro De Wolf

  1. Giovanni Barbesino il 28 luglio 2010, ore 14:53

    STADIO ALLE FONTANELLE: PARLIAMONE

    Perchè dire subito no, come hanno fatto i Sindaci di Vedano e Malnate, alla proposta, lanciata dall’Assessore Regionale Cattaneo e dal Vice Sindaco di Varese De Wolf, di realizzare ill nuovo stadio di Varese alle Fontanelle.

    La proposta, a mio giudizio, è interessante e va approfondita. Potrebbe essere una buona occasione per uscire dallo stallo in cui permane l’area dell’Ortomercato e per dare corso ad una struttura innovativa che si verrebbe a realizzare in un’area ben servita da un punto di vista viabilistico e capace di rispondere ad esigenze di carattere non solo sportivo così come si caratterizzano gli stadi di “ultima generazione”.

    Tra l’altro il Comune di Vedano deve disegnare il proprio PGT e visto che proprio poche sere fa si è tenuta un’assemblea pubblica nella quale si è detto che in questo momento si è nella fase di formulazione di ipotesi e non ancora delle scelte, perchè non approfondire anche questa, alla luce tra l’altro del fatto che di tutta la zona Fontanelle – Ponte di Vedano nella serata non si è fatto cenno e quindi è possibile immaginare soluzioni di interesse anche sovracomunale.

    Meglio valutare questa ipotesi che non rischiare di vedersi fare delle proposte irricevibili come quella del trasferimento del Luna park della Schiranna come aveva fatto con il sottoscritto qualche anno fa il Sindaco Fontana.

    Sarebbe opportuno che nei prossimi passaggi sul PGT, che mi auguro vedano il coinvolgimento anche della Commissione Territorio, cosa sino ad oggi che non è ancora avvenuta, ci si potesse confrontare anche su questa ipotesi.

    Giovanni Barbesino
    già Sindaco di Vedano Olona e Capogruppo di Progetto Popolare per Vedano

  2. RF il 29 luglio 2010, ore 11:08

    FACCIAMO SOGLIANO ASSESSORE ALLO SPORT!
    Il futuro del calcio e degli stadi è esattamente come aveva visto lui. Il suo progetto andava solo magari un po’ adeguato alla viabilità – Il centro commerciale? no allo stadio si a 100mt? !!!!!

Rispondi