Calcio

A Masnago il Varese surclassa i rossoneri

Un momento della partita di ieri

A Masnago non si passa, anche se di fronte c’è il Milan. E i biancorossi liquidano i rossoneri con un secco 2 a 0 ampiamento meritato. La squadra di Sannino è scesa in campo motivata ma – come ribadito dal mister a fine gara – era fin troppo facile caricarsi quando di fronte ci sono grandi campioni. “Giovedì scorso contro il Fomarco non ho visto la stessa determinazione. Adesso archiviamo questo risultato e non montiamoci la testa altrimenti sarà solo controproducente. Abbiamo fatto da sparring partner ai rossoneri ma da stasera basta parlare del Milan” sottolinea Sannino.

Ma i segnali positivi non mancano. Il Varese sembra fare il suo gioco qualunque sia la squadra che ha davanti. Buba Buzzegoli riapre la stagione così come si era conclusa il 13 giugno, con un bel gol che spiazza Abbiati.  Il bomber Cellini – uno che probabilmente ci darà molte soddisfazioni – si beve Kaladze e piazza la palla in porta. Un uno-due che in meno di mezzora manda in estasi il pubblico e fa sognare. La difesa del Milan fatica a contenere i biancorossi, apparsi tonici nonostante i pochi giorni di allenamento. Nel secondo Gambadori su punizione stampa la palla sulla traversa.

Nel primo tempo il Varese schiera Moreau, Pisano, Pesoli, Camisa, Armenise, Zecchin, Buzzegoli, Corti, Carrozza, Cellini e Neto Pereira. I rossoneri rispondono con Abbiati, Oddo, Bonera, Kaladze, Jankulowski, Abate, Ambrosini, Flamini, Seedorf, Pato e Borriello. All. Allegri.

Nella seconda frazione di gioco spazio a Peters, Pisano (Furlan dal 40’), Pesoli (Figliomeni dal 10’), Preite, Armenise (Furlan dal 25’), Cazzola, Buzzegoli (Gambadori dal 12’), Osuji, Nadarevic (Lepore dal 30’), Cellini (Tripoli dal 16’) e Eusepi. Nel Milan scendono in campo Amelia, Oddo, Bonera, Yepes, Antonini, Flamini (Novinic dal 30’), Strasser, Ambrosini (Merkel dal 16’), Seedorf (Verdi dal 25’), Inzaghi e Pato (Oduamadi dal 28’).

Per il Milan c’è poco da stare “Allegri”. Il tecnico rossonero dovrà lavorare molto sulla squadra, soprattutto in difesa. I rossoneri sono apparsi spesso in affanno e a tratti imbarazzanti, tanto che dalla curva biancorossa si è alzato pure il coro “Sannino mischia le squadre”.

Il prossimo appuntamento per il Varese è previsto venerdì al Franco Ossola. Di fronte ci sarà il Genoa.

FOTOGALLERY

26 luglio 2010 - Gianluca Bertoni - redazione@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi