Ambiente

Comuni “rinnovabili”, le pagelle del Cigno Verde

La goletta verde

L’alternativa al nucleare è possibile e lo dimostrano i dati di Comuni Rinnovabili, il rapporto di Legambiente che segnala le amministrazioni che hanno puntato sul risparmio energetico e le fonti rinnovabili: a fine 2009 la regione Lombardia contava 4.919 MW di idroelettrico installato, 90 MW di solare fotovoltaico, quasi 9 MW di energia proveniente da geotermia e 409 MW derivante da biomasse e rifiuti.

Molti i comuni in riva ai laghi che hanno deciso di sostenere lo sviluppo delle fonti rinnovabili. Sulla sponda lombarda del Verbano sono stati installati ben 682 KW di solare fotovoltaico: spicca il comune di Angera (VA) che ha installato 215 KW di solare fotovoltaico per un totale di 39,32 KW ogni 1.000 abitanti; segue il comune di Ranco che conta 22,58 KW di fotovoltaico installato ogni 1.000 abitanti.

“Questi dati ci confermano che l’alternativa al nucleare è possibile ed è già in atto – commenta Barbara Meggetto, portavoce della Goletta dei Laghi di Legambiente -. Il ritorno all’atomo danneggerebbe fortemente tutti gli investimenti portati avanti in questi anni dalle amministrazioni che hanno deciso di puntare sul risparmio energetico e le fonti rinnovabili oltre che mettere in crisi l’industria della green economy che negli ultimi tempi ha conosciuto notevole sviluppo nel nostro Paese e anche in provincia di Varese, grazie ad aziende che hanno investito nell’innovazione tecnologica e nella qualità di processo e di prodotto. Se a tutto ciò si affianca il contributo che iniziative come i gruppi d’acquisto solare possono dare alle fonti rinnovabili, si ha la dimensione di quanto la cultura di un’energia alternativa si stia diffondendo tra i cittadini. Un grazie va dunque al nostro Circolo di Ispra che per aver cominciato un percorso in tal senso.”

Il circolo di Legambiente di Ispra infatti ha fondato il primo gruppo di acquisto solare, unico in tutta la provincia di Varese e sui Laghi, che ha visto l’adesione di 15 famiglie di Ispra, Besozzo e Brebbia. Un lavoro cominciato nel 2009 che ha visto la nascita di 13 impianti (già realizzati) per circa 45 KW di potenza installata.

“Ringraziamo la collaborazione del C.C.R. di Ispra per aver fornito la competenza tecnica a questo nostro ambizioso progetto – aggiunge Stefano Celant del circolo di Ispra -. Negli ultimi mesi si sono svolti molti incontri per informare e sensibilizzare la popolazione che ha dato una massiccia risposta. Tutto questo è stato possibile soprattutto al conto energia che ci ha permesso di coniugare opportunità ambientali ed economiche. Un progetto che proseguirà nei prossimi mesi con l’auspicio di continuare ad avere la grande risposta che abbiamo ottenuto fino ad ora. Per maggiori informazioni www.legambientelafornace.it”

Buone anche le altre esperienze negli altri laghi. Sul Lugano che, nel 2009, vede installati 63 KW di solare fotovoltaico e 53,6 mq di solare termico; prima fra tutte l’esperienza del comune di Valsolda che ha installato 25,7 KW di solare fotovoltaico per un totale di 14,86 KW ogni 1.000 abitanti.

e buone pratiche continuano anche sul lago di Varese che vede installati nelle amministrazioni in riva al lago 351,83 KW di solare fotovoltaico e 153 mq di solare termico. Ottima l’esperienza del comune di Gavirate che ha installato 13,92 KW ogni 1.000 abitanti di solare fotovoltaico. Altrettanti significativi i numeri del comune di Varese si piazza 16° tra i comuni italiani per teleriscaldamento da biomassa; il capoluogo di provincia ha inoltre installato 136,36 KW di solare fotovoltaico (1,69 KW ogni 1000 abitanti) e 120,4 mq di solare termico.

Per favorire ed aiutare gli enti locali Legambiente, AzzeroCo2 e Kyoto Club hanno dato vita al progetto “Enti++” con l’intento di realizzare un percorso mirato all’ottimizzazione energetica del territorio, all’abbattimento delle emissioni di CO2 e al risparmio dei costi di gestione. Il progetto si rivolge a tutti gli Enti Locali come piccoli Comuni, Province, Enti Parco, Comunità Montane, Università e consorzi, e si sviluppa in un percorso a tappe dove AzzeroCO2 propone interventi di riqualificazione energetica e azioni di sensibilizzazione ed informazione della cittadinanza e la creazione di gruppi d’acquisto.

22 luglio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Comuni “rinnovabili”, le pagelle del Cigno Verde

  1. Comuni “rinnovabili”, le pagelle del Cigno Verde – Varese Report il 23 luglio 2010, ore 22:02

    [...] di solare termico. Ottima l’esperienza del comune di Gavirate che ha installato 13 … Leggi fonte notizia: Notizie correlate:Comuni “rinnovabili”, le pagelle del Cigno Verde – Varese [...]

Rispondi