Varese

Ex Caserma Garibaldi, una cattedrale nel deserto

Una delle grandi opere a Varese si chiama nuovo teatro. Un progetto che da tempo giace sul tavolo di Palazzo Estense, ma che non sembra fare un passo avanti. Il Comune assicura che sta per essere fatto un bando per operare su quella Caserma Garibaldi che, una volta ristrutturata e sistemata, dovrebbe essere il luogo in cui sorgerà il nuovo teatro. Dovrebbe, perchè per il momento resta l’immobile che mostra segni indiscutibili di degrado su un lato di piazza Repubblica.

E proprio sulla Caserma Garibaldi interviene  Alessio Nicoletti, leader di Movimento Libero e consigliere comunale di Varese, che sottolinea come l’acquisto dell’ex Caserma Garibaldi si sia rivelato un vero e proprio errore.

“Probabilmente con il cosiddetto federalismo demaniale l’ex Caserma Garibaldi sarebbe passata gratuitamente nelle disponibilità del Comune di Varese, che invece ha sborsato 2.420.000,00 euro per il suo acquisto”.  Certo era una prospettiva inimmaginabile fino a poco tempo fa, ma, secondo Nicoletti, “non giustifica l’Amministrazione Comunale di Varese che ha scelto, nonostante la nostra opposizione, di procedere immediatamente con l’acquisizione nel 2007 senza conoscere esattamente la futura destinazione dell’immobile, la sua compatibilità urbanistica ed ogni altro eventuale vincolo gravante sullo stesso”.

Risultato? “Il risultato è che nel 2010 non conosciamo ancora la destinazione dell’immobile e la sua compatibilità urbanistica. Unica cosa certa, l’esborso di 2.420.000,00 per il suo acquisto. Ne valeva la pena? Secondo noi, no”.

20 luglio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Ex Caserma Garibaldi, una cattedrale nel deserto

  1. RAFFAELLA GRECO - UNIONE ITALIANA VARESE il 20 luglio 2010, ore 18:05

    vogliamo parlare dell’acquisto dell’Castello Manfredi invia dei Carantani ?
    Destinazione d’uso?

Rispondi