Varese

Santo Stefano a Bizzozero, tanti progetti in corso

La recente riunione a Palazzo Estense

Quando si crea una convergenza naturale tra persone (non usiamo l’abusata parola sinergia), spesso accade che si possano quasi spostare le montagne. E’ il caso dell’incontro di realtà diverse tutte interessante a rilanciare l’attenzione per un vero gioiello di arte e architettura del nostro territorio, Santo Stefano a Bizzozero. Un obiettivo al quale ha puntato il Gruppo Amici di Bruno Ravasi, sorto dopo la recente festa di Santo Stefano, e il Comune di Varese, nella persona, in particolare, dell’assessore Gregorio Navarro. Realtà diverse che camminano in uno stesso sentiero.

Tutto è ripartito con il bel libro, curato da Giuseppe Terziroli, “L’itinerario della fede. Sacralità e arte in Santo Stefano”, un volume che ha il pregio di ricostruire, con linguaggio vivace ed accessibile, la lunga vicenda dei restauri curati da un genio dell’architettura come Bruno Ravasi. Poi c’è stata la festa dedicata a Santo Stefano, con la presentazione del volume, la partecipazione di personalità delle istituzioni e della cultura del nostro territorio. Ma non è finito tutto con la festa. Il cammino prosegue, come ha dimostrato la recente riunione avvenuta presso Palazzo Estense.

La riunione vedeva la presenza del Gruppo Amici di Bruno Ravasi, l’assessore Gregorio Navarro, l’Associazione laicale Don Luigi Antonetti, rappresentata dal presidente Maristella Talamona. Tra le notizie uscite dalla riunione, uno stanziamento di fondi regionali di circa 50 mila euro per la pulitura e conservazione degli affreschi quattrocenteschi realizzati da Galdino da Varese e dalla sua bottega. C’è poi stato l’annuncio della intitolazione al grande architetto varesino Ravasi del largo antistante la chiesa ed il cimitero, in base ad una precisa istanza presa in considerazione positiva da parte della Circoscrizione. Ad una riscoperta della figura di Ravasi s’impegnerà, d’intesa con il Comune, un gruppo coordinato da Paolo Zanzi.

Terziroli ha poi presentato una lettera al Comune con proposte per una assemblea delle associazioni che sostengono in città i monumenti ecclesiastici di carattere romanico, per un convegno sul tema “I percorsi del Romanico varesino”. I rappresentanti della famiglia Ravasi, che hanno partecipato, Dario e l’artista Elisa, nipote di Bruno, seguono con grande passione i prossimi eventi, manifestando apprezzamento per gli sforzi che vengono fatti. Tra l’altro, l’allestimento del primo museo Bruno Ravasi a Bizzozero è già allo stato di progetto esecutivo, per mano dell’architetto Guido Zanzi.

17 luglio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Santo Stefano a Bizzozero, tanti progetti in corso

  1. gigi nicora il 4 marzo 2011, ore 15:04

    molto istruttivo l’interessamento di tutti voi per valorizzare questo borgo pieno di storia grazie da un (ex)di bigiogiar gigi nicora

Rispondi