Varese

Truffatori chiedono soldi per la Protezione civile

Attenzione alle truffe telefoniche. Negli ultimi giorni sono giunte segnalazione da parte di cittadini per alcune telefonate effettuate da operatori della protezione civile. Almeno così si presentavano i falsi volontari, dal momento che nessun addetto è stato incaricato di compiere telefonate e tantomeno chiedere soldi.

“E’ evidentemente una truffa – avverte l’assessore alla Sicurezza e Protezione Civile Fabio D’Aula -: lancio un appello per non considerare assolutamente tali richieste di denaro o appuntamenti presso le abitazioni. I cittadini che ricevessero telefonate in tal senso chiamino immediatamente la polizia locale o il 112 per segnalare il fatto. La nostra attenzione resta alta su fatti di questo genere, soprattutto verso le fasce più deboli come gli anziani. Devo dire che la sensibilità è la soglia di allerta tra la gente sono molto aumentate, anche grazie alla campagna di informazione nei quartieri che abbiamo effettuato nei mesi scorsi con la preziosissima collaborazione dell’Arma dei Carabinieri e dell’Associazione nazionale Carabinieri”.

In particolare, una segnalazione riguardava il fatto che il finto operatore chiedesse se la persona interpellata si ricordasse di una promessa di donazione fatta a ridosso del terremoto dell’Abruzzo. La persona ha detto di non ricordarsi, e quindi il falso volontario ha continuato dicendo di procedere comunque con la donazione stessa.

12 luglio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi