Varese

Stadio, Villa Augusta e Belforte, il tris del Consiglio

Il castello di Belforte

Nonostante il caldo tropicale e le prime avvisaglie di campagna elettorale in vista delle vicine elezioni amministrative, la seduta del Consiglio comunale di Varese in programma domani sera, lunedì 12 luglio, non merita di essere passato sotto silenzio. Tra i punti all’ordine del giorno, almeno tre questioni molto rilevanti per il futuro della città e il suo sviluppo.

All’ordine del giorno c’è il famoso punto che riguarda il nuovo stadio di Masnago, che certamente registrerà anche posizioni di dissenso, come quella del consigliere Zappoli (La Sinistra).  Sono 680 mila euro quelli recuperati dalla Giunta Fontana dall’avanzo di bilancio, e a quanto sembra la Giunta ha fatto male i suoi calcoli accendendo il semaforo verde, perchè riteneva che sul tifo e il Varese Calcio nessuno si sarebbe azzardato ad avanzare qualche obiezione.

Rispunta fuori poi il parcheggio sotterraneo sotto Villa Augusta, che ha bloccato per mesi i lavori del Consiglio, un progetto che ha senpre sollevato grandi perplessità, ma che ha trovato una giustificazione quando si è detto che sarebbe indispensabile per l’Ospedale Il Ponte del Sorriso. Questa volta, in aula, andranno due osservazioni al progetto. Prese in considerazione e valutate dal Consiglio, si accenderà il definitivo semaforo verde al megaparcheggio sotterraneo.

Infine la grande Cenerentola di Varese: il Castello di Belforte, un vero rudere che non è mai stato sistemato e, soprattutto, ad esso non si è mai trovata una convcincente destinazione d’uso. A questo punto è venuto il momento di decidere, dopo che per anni nulla è accaduto. Il Cmune non è in grado di sostenere le spese di manutenzione e, dunque, si deciderà per metterlo all’asta.

Insomma, un Consiglio comunale (che potrebbe avere  una seconda puntata martedì sera) che metterà sul tavolo alcune grandi questioni che Varese conosce da tempo e che da tempo suscitano polemiche e contrasti.

11 luglio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi