Milano

Alfabeta ancora in edicola. Eco la presenta a Milano

La nuova serie di Alfabeta

Negli anni Settanta è stata una rivista che ha fatto epoca. Una vivace palestra di dibattito culturale e artistico che vedeva schierata l’intellighenzia italiana, da Maria Corti ad Umberto Eco, da Mario Spinella ad Antonio Porta, con una bella pattuglia giunta direttamente dall’esperienza dell’ultima avanguardia italiana, il Gruppo ’63.

Ora quella rivista mensile è tornata in edicola, cambiata, aggiornata, con il nome diverso: Alfabeta2. Oggi sabato 10 luglio, alle ore 18, il primo numero della nuova Era (in edicola dall’8 luglio e a Varese già introvabile) viene presentato alla Libreria Rizzoli di Milano, sotto la Galleria Vittorio Emanuele II.

A fare da testimonial, due intellettuali che erano stati tra i fondatori della prima rivista: Umberto Eco e Nanni Balestrini. Tutto è cambiato, da allora, erano altri tempi quei fine Settanta. Alla presentazione milanese del primo numero della prima serie Balestrini non intervenne: era latitante in Francia, in quanto inseguito da un mandato di cattura nell’ambito dell’inchiesta 7 Aprile sull’Autonomia. Sì, erano decisamente altri tempi.

10 luglio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi