Luvinate

L’ultimo ciao all’amico Riccardo Prina

Un momento dei funerali di Prina

Alla fine si è levata nella piccola chiesa le note della canzone “La voce del silenzio”, interpretata da Andrea Bocelli ed Elisa. Una canzone che sapeva, secondo le parole della moglie Francesca lette da un amico, “dare voce ad un silenzio forzato”. Un silenzio, però, che nell’arco della lunga malattia, “si è riempito di emozioni, parole, pensiero”. Una canzone che Riccardo amava e che lo ha accompagnato nell’ultimo cammino terreno.

Tanti hanno riempito la piccola chiesa di Luvinate, che a stento è riuscita a contenere i tanti amici che sono venuti a dare l’ultimo saluto a Riccardo Prina, il giornalista che si è spento dopo una sofferta malattia. In prima fila c’era la moglie Francesca con i piccoli Leonardo e Arianna, insieme ai famigliari. E poi tantissimi amici, soprattutto colleghi giornalisti e amici artisti (tra i quali Lischetti e Vicentini), che hanno voluto accompagnare Riccardo nel suo ultimo viaggio. In fondo alla chiesa, accanto ai tanti cittadini comuni, era presente anche il sindaco di Varese, Attilio Fontana.

A celebrare la messa funebre, il parroco don Norberto Brigatti, e don Adriano Sandri, parroco di Velate. “Parlo come  un fratello di fede – ha detto il parroco. – La tempesta è durata tanto per questo fratello e per la sua famiglia”. Don Adriano, da sempre vicino alla moglie Francesca, ha ricordato “la passione di Riccardo nel comunicare con gli strumenti dell’informatica il valore dell’arte e della cultura”. Un giornalista di peso, “che tutta la stampa ricorda con commozione e rimpianto”.

Dopo la cerimonia che si è tenuta nella piccola chiesa di Luvinate, il feretro è stato portato a Giubiano per essere cremato.

FOTOGALLERY

1 luglio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi