Varese

A Varese trovano casa pipistrelli anti-zanzare

Pipistrelli nei parchi varesini

La guerra alle zanzare si vince anche con i pipistrelli. L’assessorato alla Tutela Ambientale del Comune di Varese posizionerà 14 casette per pipistrelli, in legno, nei parchi cittadini. Si tratta di strutture in legno simili a quelle degli uccelli: la porta di ingresso è però nella parte sottostante della casetta, in modo che il pipistrello si infili e costruisca il proprio nido, tranquillo e al buio. L’iniziativa è stata presentata questa mattina dal sindaco Attilio Fontana e dall’assessore Luigi Federiconi, promotore della stessa.

“I pipistrelli – spiega Federiconi -  sono animali molto utili nel tenere lontano gli insetti: si nutrono infatti di zanzare, e costituiscono quindi un metodo validissimo per una disinfestazione naturale. Sono anche animali puliti, non mordono e non sono certo portatori di malattie pericolose per l’uomo, come riportato in stupide dicerie e leggende. Dare la possibilità, nei parchi cittadini, di avere rifugi tranquilli permetterà di creare colonie che nel tempo porteranno benefici anche nella lotta alle zanzare.”

Le bat-box devono essere posizionate, a partire da lunedì 5 luglio, ad un’altezza dal suolo che varia da 3 a 6 metri: saranno collocate ai Giardini estensi, al parco di Villa Toeplitz, di Villa Baragiola, del Castello di Masnago, di villa Mylius e di Villa Augusta e al parco Zanzi della Schiranna.

Il sindaco e l’assessore hanno anche donato una casetta ad un ragazzo di Varese, Mattia Varallo, 10 anni, che aveva inviato una lettera nei giorni scorsi proprio al sindaco chiedendo se poteva avere una casetta da mettere in giardino. “Eccola – gli ha detto il sindaco -: così sarai il primo a posizionarla insieme al tuo papà”

29 giugno 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi