Novate Milanese

Casa Testori, 22 stanze rilette dagli artisti

Un'opera di Enzo Cucchi in mostra

Una mostra coraggiosa, quella ospitata fino all’11 luglio a Casa Testori, a Novate, con il titolo “Giorni felici”, 22 artisti nelle 22 stanze della casa in cui abitò lo scrittore e la sua famiglia (più un ventitreesimo artista in giardino). Una mostra organizzata dall’Associazione Testori, oggi presieduta da Anna Bernardini, nipote dello scrittore oltre che direttrice di Villa Panza, con l’ambizione di ricordare la complessa figura dello scrittore e critico percorrendo sentieri inconsueti e sperimentali. Ecco, dunque, che la casa di Testori si apre ad una serie di opere di artisti emergenti, un’operazione a rischio, non poggiando su una fama consolidata e su un’opera sperimentata in anni di confronti ed esposizioni.

Come spiega la Bernardini, “un’iniziativa di apertura verso i nuovi artisti che ripropone lo stesso atteggiamento di Testori, che si mostrava capace di apertura al nuovo, e di sostegno di nuovi artisti”. Una mostra alla quale ha dato il suo contributo un artista ormai famoso e sperimentato come Giovanni Frangi, presente all’inaugurazione. All’entrata veniva offerto ai visitatori una “Guida alle stanze” con indicazioni sui vari artisti e una scheda con cui votare la stanza preferita. Sì, perché prima ancora che le singole opere, la finalità dell’iniziativa è stata quella di chiedere ai vari artisti di reinterpretare gli spazi, di rapportare la propria opera con la stanza e la casa.

Da questo punto di vista si segnalano, per la loro forza, la cucina riletta dalla scomparsa performer Pippa Bacca, con la sua raffinatissima (e inquietante) opera “Boules de Brouillard”, piccole sagome di piccoli personaggi testoriani messi sotto spirito, in barattolo, e la stanza curata da Rossella Roli dal titolo “Valigie”, tante, aperte in una stanza da letto, a riproporre il difficile rapporto con la madre. Oltre a queste artiste, altri artisti sarebbero da ricordare, nel bene e nel male. Ma è doveroso soffermarci sulle opere di due grandi maestri presenti a Novate, e pensiamo all’Omaggio a Testori del grande Enzo Cucchi, e della Poltrona di Testori di Alessandro Mendini.

26 giugno 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi