Economia

Solo la Lega Nord al dibattito su donne in Europa

La consigliera leghista, Luciana Ruffinelli

Questione fondamentale e decisiva quella delle “quote rosa” nel mondo dell’impresa e del lavoro. E bene fa Confartigianato Imprese Varese ad organizzare l’aperitivo-incontro dal titolo  “Le donne in Europa, tra impresa e politica” per lunedì 28 giugno, alle ore 17, presso il Pirola in Corso Matteotti. Un momento di dibattito sul fenomeno chiamato “alpha-girls”. Come sottolinea Cristina Bombelli, docente di Organizzazione del Lavoro all’Università Bicocca di Milano, relatrice all’incontro: “in azienda è arrivata una nuova generazione di donne, chiamiamole pure all’americana alpha-girls: lavorano tanto ma non vogliono rinunciare alla famiglia”.

Un momento di confronto, dunque, moderato dal bravo giornalista Michele Mancino (vicedirettore di Varesenews), sul ruolo che, nel lavoro e nell’imprenditoria, occupano le donne. Nulla da dire sul fatto che all’incontro partecipino un’esperta come la professoressa della Bicocca, o il presidente di Confartigianato Imprese Varese e Confartigianato Lombardia, Giorgio Merletti, oltre ad Irene Cotis e Valeria Nebulosi,  rispettivamente presidente Gruppo Donne e presidente Gruppo Giovani Imprenditori di Confartigianato Imprese Varese. Una riflessione certamente interessante, che nasce dall’esperienza sul campo di donne impegnate a livello associativo.

Grandi perplessità suscita invece la presenza, al dibattito organizzato dalla Confartigianato varesina, di Luciana Ruffinelli, consigliera  bustocca del Gruppo della Lega Nord al Pirellone, peraltro l’unica politica che prenderà la parola al dibattito organizzato al Pirola. Perché? Perché, specificano gli organizzatori dell’incontro, “Luciana Ruffinelli è una donna-imprenditrice: il suo lavoro quotidiano lo svolge nelle istituzioni nel nome del territorio, delle donne, dell’impresa”. Una motivazione sufficiente per giustificare una presenza politica a senso unico?

25 giugno 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi