Novate Milanese

A Casa Testori anche gli ultimi lavori di Pippa Bacca

Il simbolico lavaggio dei piedi alle ostetriche in zona di guerra

Dal 25 giugno all’11 luglio, riapre Casa Testori a Novate, per la seconda edizione di “Giorni Felici”, la mostra che domani pomeriggio, 24 giugno, alle 19, vedrà svolgersi il vernissage.  Riapre così uno spazio in cui 22 nuovi artisti si approprieranno ciascuno di una stanza della casa e, interpretando personalmente lo spazio, la trasformeranno in una vera e propria Kunsthaus. L’evento si propone come un’inconsueta esperienza di convivenza e scambi tra diverse generazioni di artisti e differenti linguaggi. Dunque, non solo una mostra, ma un’occasione di visibilità per giovani che stanno iniziando il proprio percorso artistico, attraverso un confronto costruttivo con grandi maestri.

Tra gli artisti che espongono quest’anno a  Casa Testori c’è anche Pippa Bacca, l’artista milanese che, in abito nuziale, in compagnia di Silvia Moro, concluse uno dei suoi innumerevoli viaggi-performance con la morte il 31 marzo 2008. Era un viaggio in autostop attraverso Paesi dilaniati dai conflitti. Nelle tappe principali del viaggio, Pippa aveva lavato i piedi alle ostetriche locali, come omaggio a chi aiuta la vita a nascere. Purtroppo quello di Pippa fu l’ultimo viaggio, perché l’artista venne violentata e uccisa appena fuori Istanbul.

A Casa Testori, viene dedicato alla Bacca il suggestivo spazio della cucina, dove saranno esposti alcuni dei suoi ultimi lavori che risentono proprio dell’eco testoriano, essendo dedicati ad alcuni personaggi dei racconti raccolti nell’opera “Il Ponte della Ghisolfa” scritta da Giovanni Testori nel 1958.

23 giugno 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi