Calcio

Italia-Paraguay a Bobbiate. In pochi all’Ippodromo

Al circolino di Bobbiate: forza Azzurri!

Una buona Italia non entusiasma i varesini reduci dalla vittoria biancorossa di ieri. Alla fine la partita col Paraguay finisce 1-1, un risultato che non compromette il cammino della nazionale di Lippi in questi mondiali. Ma che lascia con un po’ di amaro in bocca per come è maturato. Il mondiale, dal punto di vista del tifo, parte un po’ in sordina.

Al circolino di Bobbiate ci si prepara alla partita con birra, pane e salamelle. Il maxi schermo è stato allestito nel campo delle bocce. E’ molta la curiosità intorno a questa squadra in cui mancano delle vere stelle. Ma gli undici scesi in campo hanno comunque fatto una buona prova. Il gioco sembra esserci, manca la concretezza in attacco e un po’ di malizia in difesa ma sul versante dell’impegno nulla da eccepire.

Gli azzurri partono bene costringendo il Paraguay nella propria metà campo. Ma al 38’ del primo tempo un colpo di testa di Alcaraz gela gli azzurri e gli entusiasmi degli spettatori. Le trombette smettono di suonare ma non quelle sudafricane – le kukuzela – che continuano senza sosta il loro sound incessante. Il tifo si riaccende di tanto in tanto per qualche occasione mancata. Ogni tanto vola qualche insulto a qualche giocatore o all’allenatore. Ma al 62’ esplode il boato grazie al gol di De Rossi. E il tifo sale nuovamente alto.

Da segnalare i problemi di ricezione del segnale satellitare terrestre che in alcuni casi, complice anche il brutto tempo, hanno impedito la corretta visione della partita. Scarsa l’affluenza al maxi schermo dell’ippodromo complice il pessimo audio e la cattiva visibilità per lo schermo troppo piccolo.

Il prossimo incontro dell’Italia è previsto per domenica quando alle ore 16 incontrerà la Nuova Zelanda.

FOTOGALLERY

15 giugno 2010 - Gianluca Bertoni - redazione@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi