Varese

Rangers a cavallo (e non solo) pattugliano Varese

Il sindaco Fontana incontra i Rangers

Sta per essere presentata ufficialmente la prima squadra di Volontari per la sicurezza autorizzata a Varese dalla Prefettura. Ma nel frattempo arrivano i Rangers a cavallo, ai quali il Comune di Varese affida il controllo dei parchi cittadini. Sono volontari dell’associazione Rangers Italia, lavorano in coordinamento con la Polizia Locale, vestono una divisa militare.

In base ad una convenzione stipulata tra l’associazione e Palazzo Estense (che durerà fino alla fine dell’anno), i Rangers hanno il compito di pattugliare i parchi cittadini (Giardini Estensi, Villa Mylius, Villa Toeplitz), la pista ciclabile, il parco Zanzi alla Schiranna. Scenari naturali che giustificano l’uso dei cavalli. C’è però anche piazza Repubblica, e allora qui i conti non tornano. Ma si viene a sapere, dalle parole dell’assessore alla Sicurezza Fabio D’Aula, che i Rangers viaggeranno anche in bici e in auto.

Costo a carico del Comune, 3500 euro, una cifra che l’assessore D’Aula definisce “un rimborso spese”. E compiti limitati alla segnalazione dei reati o di comportamenti sospetti. Ma perché questa sessantina di volontari indossano la divisa militare a cachi? Dichiara il comandante della Polizia Locale, Degaudenz: “E’ rassicurante vedere un parco pattugliato da soggetti in divisa. E poi le segnalazioni che ci vengono dai Rangers sono qualificate, dato che vengono da uomini in divisa”.

Da tenere presente che, oltre alle vere Forze dell’ordine, controllano il territorio i Rangers, le Guardie Ecologiche Volontarie e, fra poco, anche i Volontari per la Sicurezza, cioè le ronde.

4 giugno 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi