Varese

L’iPad, costoso cadeau del Comune ai ministri G6

Da sinistra, Sironi (Seat), Benzoni e Angelini

Il G6 sta arrivando e Varese si prepara all’evento. O meglio, il palazzo si prepara all’evento, perché la città appare piuttosto indifferente, quando non addirittura infastidita per i disagi che nel weekend si dovranno sopportare.

Per quanto riguarda il Comune, c’è chi, come l’assessore alla Promozione del territorio, Enrico Angelini, ritiene che il summit dei Ministri degli interni di Europa e States sia una preziosa occasione per fare marketing territoriale. Un’opportunità di fare conoscere ed apprezzare Varese, sia da un punto di vista delle sue bellezze, che come possibile territorio su cui investire in termini di imprese. E questo pomeriggio, presso lo Iat di Varese, ha presentato in anteprima l’ultimo prodotto Apple, l’iPad, che debutterà a fine mese. Un prodotto che sarà donato a quelli che Angelini definisce gli “opinion makers” a Varese per il summit, in modo che possano fare da volano sulle eccellenze varesine.

Sull’iPad, il cui software è stato ideato dalla Concreo srl di Andrea Benzoni e sviluppato dalla Finsa Consultin srl appositamente per Palazzo Estense, saranno caricati il meteo, una guida turistica della città di Varese, una fotogallery, alcuni link a siti istituzionali, la cartina di Tuttocittà che è stata fornita da Seat Pagine Gialle.

Costo dell’operazione, a carico del Comune, circa 4mila euro più Iva per acquistare gli otto apparecchi. La nuova guida turistica di Varese, realizzata da Benzoni e per ora soltanto in forma virtuale, è costata sugli ottomila euro, che però, come anche il costo del software, è coperta dai circa 20 mila euro di sponsor arrivati da Pagine Gialle. Un giocattolino piuttosto costoso, dunque, per quanto non tutto sulle spalle del Comune.

25 maggio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi