Lettere

Donne che parlano alla città

Due donne che si incontrano e capiscono che c’è tanto da dire “con la voce delle donne”: Luisa Oprandi e Adele Patrini, volti e nomi noti nel territorio, chiamano a raccolta l’universo femminile. Tutte quelle donne presenti nel mondo della medicina e della scienza, dell’ università e dell’istruzione, della cultura, dell’arte e dello sport, ma soprattutto mamme e cittadine per parlare alla città e al territorio.

“Il ricco mondo del volontariato nel quale entrambe operiamo ci ha messo in contatto in tanti anni con donne splendide, che nei loro specifici ambiti di lavoro e di interesse, sanno dare colore e calore alla vita – spiegano Adele e Luisa – attraverso gesti di quotidiana attenzione agli altri e a se stesse. Semplicemente vogliamo farle incontrare con la città”.

Intanto il solo passa-parola ha già raccolto numerosi consensi favorevoli: il primo incontro sarà, a breve, in occasione di un aperitivo presso il Caffè Zamberletti in corso Matteotti, nel corso del quale Adele e Luisa presenteranno, assieme alle donne che avranno voluto nel frattempo aderire, il loro progetto e, già a partire dal mese di giugno, la partecipazione ad un evento di carattere internazionale che si svolgerà in provincia.

“C’è davvero spazio per tutte e il nostro sogno è quello di creare uno stile e un luogo che divengano abituali e alla “portata di tutti”: pensiamo a una città vista con lo sguardo delle tante donne che ogni giorno la rendono meravigliosa. Ma anche alla possibilità di raccontare storie di vita vera, conoscere giovani e donne del territorio, scoprire il mondo del volontariato, non sentirsi sole davanti ai problemi “. La proposta, allargata a tutte, è davvero molto ricca, per una varesina “vie en rose” . L’invito è esplicito, semplice a per tutte: donne per la città e nella città cercansi.

Adele Patrini    Luisa Oprandi

18 maggio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi