Varese

Domenica sera a Varese: tre eventi, nessun en plein

Il concerto di Monteverdi in basilica

Una domenica sera a Varese, ieri sera, con tre appuntamenti culturali di notevole importanza nello stesso momento. Al Teatrino Santuccio la chiusura del festival su Rodari con alcuni comici di Zelig impegnati a rileggere “Il libro degli errori” dello scrittore diventato nostro concittadino. Al Miv serata di apertura del festival A-tube con il regista Maurizio Nichetti che ha incontrato il pubblico. Ed infine, in basilica San Vittore, conclusione della Stagione musicale del Comune con Koopman con la sua Amsterdam Baroque Orchestra che ha proposto il Vespro della Beata Vergine di Monteverdi.

Una simultaneità che non ha fatto bene a nessuno. Al Teatrino una sessantina di persone ha seguito una serata che, tranne gli interventi dei comici (grande Pino dei Palazzi interpretato da Giancarlo Kalabrugovich) si è rivelata piuttosto noiosa. Un evento, nel cartellone su Rodari, organizzato dal Comune di Varese.

In basilica, il concerto della Stagione musicale dedicato a Monteverdi ha visto riempire le panche della navata centrale, ma nulla di più. Quanto alla Sala Urano del Miv, piuttosto piccola, non era neppure tutta piena.

E siamo alle solite domande: come è possibile che in una città come Varese, che non è una metropoli, alla domenica sera, possano svolgersi ben tre eventi di notevole significato tutti e tre contemporaneamente? Non vogliamo dire che ci sono anche delle “zone morte”, cioè pochi o nessun evento, in alcuni momenti dell’anno (cosa vera). Ma forse qualche sforzo in più per coordinarsi sarebbe auspicabile per tutti. Onde evitare che i varesini attenti alle iniziative culturali  debbano dividere in tre. E che gli eventi ottengano una risposta più adeguata al loro valore. Tanto più che due eventi su tre erano stati organizzati da Palazzo Estense.

17 maggio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi