Varese

La media Dante si tinge dei colori del mondo

Apollonio gremito dai ragazzi della Dante

Una boccata di aria fresca in un territorio dove, troppo spesso, prevalgono paure e chiusure verso culture diverse dalle nostre. Una lezione un  po’ per tutti, questa terza edizione dell’iniziativa LIBRIamoCI, promossa dalla scuola media statale Dante Alighieri di Varese. Questa mattina un migliaio di ragazzi hanno “invaso” il Teatro Apollonio per partecipare, con insegnanti ed autorità civili, all’evento in cui sono stati premiati i vincitori del concorso nelle sezioni fotografia, grafica e scrittura sul tema unificante “La vita”.

Come ha spiegato in apertura della manifestazione di questa mattina, Vittorio Fabricatore, dirigente della scuola Dante, “questa iniziativa è nata dai genitori del consiglio di istituto e dei docenti della scuola. Il suo obiettivo è quello di far appassionare i giovani alla lettura ed alla scrittura”. Valore aggiunto del concorso, il fatto che ad esso hanno partecipato anche gli alunni della “Beatrix School” di Puri in India, un istituto frequentato da 600 ragazzi tra i 3 e i 14 anni.

La manifestazione di questa mattina, inaugurata dal saluto del sindaco di Varese, Attilio Fontana, dal vicepresidente della Provincia, Gianfranco Bottini, e dall’assessore alle Politiche educative, Patrizia Tomassini, è stata caratterizzata da un reading di testi fondamentali per il loro significato, letti prima in lingua originale e poi tradotti in italiano. Un pantheon di grandi testi, a partire da “I have a dream” di Martin Luther King. Il tutto intervallato da brani musicali provenienti da tutti i Paesi del mondo.

14 maggio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi