Arte

Mostra su eros e arte a Taormina. Con la Magnani

"Il danno" della Magnani

Una rassegna d’arte che intreccia Eros e pittura, scultura, fotografia. Il suo titolo è “EroticaMente”, e si tiene a Palazzo Duchi di Santo Stefano a Taormina, dal 15 al 30 maggio. Il progetto espositivo, curato da Eva Czerkl della Fondazione Mazzullo, si apre sabato 15 maggio alle 18.30, e vuole dare spazio a sogni, fantasie, voli appassionati della mente in un racconto variopinto sulla libido narrato da venti artisti attraverso le rispettive tecniche espressive, dalla pittura alla scultura, dalla fotografia all’arte digitale.

Un binomio eros–ars in cui corpi, luoghi della libido, immagini del vissuto, possono mimetizzarsi, o sintetizzarsi nelle forme dell’astrazione, se non trasformarsi in scenografie dell’impossibile, costruzioni oniriche per un teatro dell’illusione dove il reale non finisce mai di specchiarsi.

Tra gli artisti che espongono a Taormina anche una presenza varesina: quella di Nicoletta Magnani, artista dalle molte facce, capace di unire canto, scrittura e arti visive. A questa mostra l’artista di origini emiliane partecipa con tre opere, che propongono un figurativo fortemente ispirato al cinema, che viene evocato nei quadri della Magnani attraverso sequenze di grande popolarità. Tra le sue opere proposte in mostra, una è dedicata al film “Il danno”, celebre opera cinematografica di Louis Malle.

12 maggio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Mostra su eros e arte a Taormina. Con la Magnani

  1. Chiara Palumbo il 12 maggio 2010, ore 13:59

    Grande Nico!
    Esci da Varese!!!!

  2. Franco il 13 maggio 2010, ore 20:44

    Che complimento farti? Brava. Davvero. Artista che sboccia e sa affrontare le strade difficili dell’impresa ardua dell’Arte. Ma è quella con la maiuscola: la sola che conta. Perchè nasce dal cuore e dal cervello… si propaga ai sensi, investe tutto l’essere, lo avvolge, lo sublima, lo stordice, locattura, lo implode, lo affascina… E poi lo incapsula come un astronauta per gli spazi siderali.
    Verso le stelle, allora, cara amica di questa terra abbandonata. Esule per scelta e forse per spiccare meglio il volo con le tua ali di farfalla.
    Un complimento sincero. Di poche parole. Che ti si attaglia forse:
    immagini nude, crude, forti, delicatamente surrazionali e oniriche.
    Sei tu?…. A presto. Auguri e baci sul cuore.
    Franco

  3. Franco il 13 maggio 2010, ore 20:46

    Post scriptum. E sulla scelta del “Danno” avrei mille cose da dire…
    Ciao amica.

Rispondi